Il sindaco chiede di annullare incontro di Forza Nuova. “Guglionesi antifascista e Covid free, non possiamo rischiare contagi e assembramenti”

"Invito gli organizzatori ad annullare l’incontro nell’interesse della popolazione tutta, anche alla luce del concreto rischio di assembramento dato dalla presenza a Guglionesi di relatori quali Fiore e Castellino, leader di un movimento di radicale matrice fascista, contro i quali manifesteranno, come già preannunciato e riportato dalla stampa e dai social, movimenti e associazioni di ispirazione antifascista"

Ragioni di inopportunità politica ma anche di rischio sanitario e ordine pubblico: su questi presupposti il sindaco di Guglionesi Mario Bellotti chiede formalmente di annullare l’evento in programma il 24 ottobre prossimo al ristorante Club dei Quilinari che vedrà la partecipazione dei leader di Forza Nuova Roberto Fiore e Giuliano Castellino.

“L’amministrazione comunale – scrive il primo cittadino sulla pagina facebook di Guglionesi Riparte, in una lettera rivolta alla popolazione, agli organizzatori e di riflesso alle forze dell’ordine – non ha ricevuto alcuna comunicazione in merito alla riunione organizzata da Forza Nuova presso un noto ristorante di Guglionesi e questo perché non si tratterebbe, almeno ufficialmente,  di una manifestazione da svolgere in luogo pubblico. Tuttavia l’evento, di cui sono venuto a conoscenza attraverso la stampa, desta in me preoccupazione e allarme, sia per ragioni politiche che istituzionali.

Forza Nuova, incontro pubblico al ristorante con Fiore e Castellino. Si mobilitano gli anti-fascisti, rischi per l’ordine pubblico e il contagio

Pur non avendo il potere, come sindaco, di impedire l’evento,  personalmente sconsiglio di dare seguito al proposito di organizzare un incontro apertamente fascista, i cui valori confliggono non solo con la Costituzione e con l’ordine democratico, ma anche col sentimento unanime della comunità guglionesana, la stessa che il 27 gennaio 2020, attraverso il voto unanime in Consiglio dei propri rappresentanti di maggioranza e di opposizione, ha conferito la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, vittima delle leggi razziali fasciste”.

“I miei timori – prosegue Mario Bellotti – in quanto autorità preposta alla salvaguardia e alla tutela della salute pubblica, si fondano anche sulla delicatezza dell’attuale contesto nazionale e internazionale. In un periodo storico pesantemente segnato da una emergenza sanitaria, la cui evoluzione allo stato è imprevedibile, credo di interpretare il sentimento comune dei miei concittadini nel ritenere assolutamente evitabile la diffusione e l’aggravamento della emergenza in atto attraverso qualsiasi forma di adunanza. A maggior ragione se l’evento in questione intende trattare, come dichiarato dai suoi stessi promotori, tematiche attinenti una non meglio precisata dittatura sanitaria, pericolosamente affine alle controverse tematiche del negazionismo cui stiamo assistendo. Guglionesi, comune rimasto finora Covid Free anche grazie al rispetto delle regole di prevenzione del contagio e all’attenzione posta nello svolgimento delle attività da parte di tutti i suoi residenti,  non può e non deve rischiare focolai e fonti di pericolo sanitario.

Invito gli organizzatori ad annullare l’incontro nell’interesse della popolazione tutta, anche alla luce del concreto rischio di assembramento dato dalla presenza a Guglionesi di relatori quali Fiore e Castellino, leader di un movimento di radicale matrice fascista, contro i quali manifesteranno, come già preannunciato e riportato dalla stampa e dai social, movimenti e associazioni di ispirazione antifascista”.

Presidio antifascista contro Fiore. “Sindaco, prefetto e questore impediscano questo schiaffo alla comunità”