Gli auguri dei Lettori di Primonumero.it

I 90 anni dell’architetto Antonio De Felice: auguri speciali

Più informazioni su

de felice antonio

A Termoli, quando si dice “l’Architetto”, ci si riferisce a lui, Antonio De Felice, che oggi compie 90 anni. Un traguardo ragguardevole, che merita una vetrina d’eccezione per ricordare soprattutto un’opera professionale edilizia e urbanistica che caratterizza fortemente la cittadina, dove l’architetto è nato il 12 ottobre del 1930. De Felice è cresciuto a Termoli e si è laureato (nel 1956) presso la Facoltà di Architettura di Napoli per rientrare “a casa” all’inizio degli anni Sessanta e iniziare a svolgere una ricca e lunga attività sia nell’edilizia privata che pubblica.

Dotato di indiscusso talento, il suo impegno ha spaziato dall’urbanistica (vincitore nei primi anni Sessanta del 1° premio, ex aequo, del concorso nazionale per il PRG del comune di Termoli, poi non adottato) alle infrastrutture urbane, dall’edilizia sacra e sportiva, alle scuole e alle banche, agli impianti turistici e residenziali, al recupero e al restauro.

Sue, tra le altre cose, la realizzazione del Parco pubblico del Molinello, la chiesa e il viale del cimitero con la via crucis, la sistemazione di Pozzo dolce. Nel 2014 una commissione del ministero dei Beni culturali ha indicato sette opere da lui progettate meritevoli di salvaguardia per il particolare pregio architettonico.

de felice antonio

L’architetto nel suo studio di Termoli (foto di Giovanni De Fanis) 

Una straordinaria passione per l’architettura, che si è concretizzata con uno stile inconfondibile, e molti interessi coltivati con altrettanto entusiasmo: pittura, scultura, grafica, fotografia, ceramica, caricature. Antonio De Felice, ci piace ricordarlo, è stato anche un bravo calciatore, difensore centrale della squadra del Termoli. Sposato con Lucia D’Aurelio, scomparsa di recente, è padre di 4 figli e nonno di 6 nipoti.

A lui i nostri auguri per questa giornata speciale, che l’Architetto – ora a riposo – trascorrerà circondato dall’affetto dei famigliari e dei tanti amici.

Più informazioni su