Esercitazione al largo, simulato grosso sversamento di petrolio da Rospo Mare

Più informazioni su

Nel corso della giornata di oggi, venerdì 30 ottobre, dalle 09.20 alle 12, si è svolta un’esercitazione marittima antinquinamento denominata “Pollex 2020”.

Lo scenario ipotizzato ha previsto lo sversamento accidentale in mare di olio grezzo dagli impianti di coltivazione idrocarburi del Campo Rospo Mare, situato a largo del litorale di Termoli.

Scopo dell’esercitazione è stato quello di testare la prontezza operativa e la capacità di coordinamento della Capitaneria di Porto di Termoli – dando attuazione al Piano Operativo di pronto intervento contro gli inquinamenti marini – nonché di verificare la capacità di risposta all’emergenza da parte della Società Edison spa, in qualità di concessionaria degli impianti, con l’impiego di alcune unità navali con capacità disinquinanti.

esercitazione pollex

Alla attività di addestramento hanno preso parte, oltre alle unità navali della Guardia Costiera, anche un mezzo disinquinante della “Castalia Consorzio Stabile”, società autorizzata, in esclusiva, dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela e del Territorio e del Mare ad effettuare il pattugliamento ambientale, e quando necessario, disinquinante di raccolta e bonifica di prodotti e sostanze inquinanti.

Il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera istituzionalmente sviluppa capacità, in termini di mezzi e procedure, da impiegare specificamente per l’attività di prevenzione e protezione dell’ambiente marino e di repressione dei comportamenti illeciti a danno dell’ambiente stesso e delle risorse biologiche, in tutti gli ambiti spaziali marittimi e costieri di competenza.

Più informazioni su