Esce ‘Africa nel cuore’, suor Elvira Tutolo racconta 30 anni da missionaria

Africa nel cuore’ è il titolo del libro dedicato all’esperienza della termolese suor Elvira Tutolo nella Repubblica Centraficana. Un volume presentato alla stampa nella mattinata di oggi, giovedì 22 ottobre, all’Episcopio di Termoli, alla presenza dell’autrice Antonella Salvatore, di Rosaria Tutolo, sorella della missionaria, del vescovo Gianfranco De Luca e dell’assessore alla Cultura del Comune di Termoli, Michele Barile.

Assente invece la religiosa, che si trova in Africa dove da 30 anni svolge la propria missione: quella di togliere i bambini dalla strada, dalla criminalità e dalla guerra per dare loro un futuro affidandoli a giovani coppie.

Il libro è il racconto di quell’esperienza, nata proprio nell’ottobre del 1990 e proseguita nonostante un periodo molto difficile, durante il quale i traumi della violenza vista e vissuta in Centrafrica portarono suor Elvira a tornare a Termoli per seguire un percorso terapeutico prima di poter ricominciare la sua missione, che nel 2019 è valsa alla religiosa termolese, oggi 71enne, il riconoscimento di Commendatore al merito della Repubblica italiana dal presidente Sergio Mattarella.

Suor Elvira Tutolo premiata come Commendatore al Merito della Repubblica Italiana dal presidente Mattarella

“La vita di suor Elvira è un dono – ha detto nella presentazione monsignor De Luca -. Il pericolo per lei non è la sfida, ma è il servizio che conta. Noi termolesi dobbiamo esserne contenti, il suo è un invito alle giovani generazioni di Termoli”.

“Suor Elvira in questi anni è diventata un vero personaggio. Per noi tutti è un esempio e per i termolesi un orgoglio” le parole dell’assessore Michele Barile.

Presentazione libro suor Elvira

La sorella di suor Elvira, Rosaria Tutolo, ha ripercorso le varie tappe della vita della missionaria, dall’infanzia a Termoli alla partenza per l’Africa. “Ci sembrava così lontana e all’inizio è stato difficile anche comunicare per mesi. Adesso ci sentiamo anche più volte al giorno”.

Rosaria ha espresso gioia per l’uscita del libro. “È una testimonianza forte e per noi è motivo di orgoglio anche perché resterà nel tempo”.