Entra in una casa con un tubo di ferro e dà in escandescenze: era sotto effetto di droga, denunciato

Gli agenti della Volante, dopo aver ricevuto una segnalazione, sono intervenuti perché in via Rio Vivo l'uomo, armato anche di coltello in preda a un forte stato di agitazione, pronunciava una serie di frasi sconnesse

Notte di follia a Termoli dove un uomo di 35 anni ha dato in escandescenze minacciando l’incolumità di alcune persone.

La Polizia di Termoli ieri sera, 30 ottobre, ha  denunciato a piede libero  il 35enne , originario della provincia di Foggia ma residente nel Comune di Petacciato, con precedenti penali, per violenza privata e porto di oggetti atti ad offendere.

Questi i fatti. Gli agenti della Volante, dopo aver ricevuto una segnalazione, sono intervenuti perché in via Rio Vivo c’era una persona armata di coltello in preda a un forte stato di agitazione, e che pronunciava una serie di frasi sconnesse. I militari hanno fermato il giovane e, con l’ausilio di personale del 118, lo hanno tranquillizzato e condotto in ospedale, dove è stato ricoverato  nel reparto di psichiatria.

Successivamente gli operatori hanno ricostruito l’accaduto grazie alla  testimonianza di un cittadino che ha riferito che l’uomo, poco prima, brandendo un tubo di ferro e proferendo frasi prive di senso, si era introdotto nella sua abitazione approfittando del cancello aperto. Una volta all’interno, l’uomo si era appropriato anche  di un coltello da cucina. Fortunatamente i familiari del proprietario di casa sono riusciti a mettere in fuga l’uomo e a contattare il 113.

Il coltello e il bastone di metallo utilizzati dal denunciato sono stati recuperati dagli agenti e sottoposti a sequestro. Dagli accertamenti sanitari svolti, è risultato, inoltre, che l’uomo ha agito sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.