Carabinieri trovano bar aperto a mezzanotte e 3 clienti: multa da 400 euro al locale

L'esercizio pubblico rischia la sospensione per aver violato il Dpcm relativo alla chiusura obbligata alle 18 per le disposizioni anti Covid-19

Più informazioni su

Era rimasto aperto nonostante l’arcinoto obbligo di chiusura alle 18 deciso dal Governo domenica scorsa nel tentativo di frenare l’ascesa dei contagi da coronavirus. All’interno del bar, c’erano tre clienti.

È successo in un locale di Isernia, sanzionato con una multa da 400 euro e una segnalazione alla Prefettura.

I Carabinieri della Compagnia di Isernia sono intervenuti ieri sera, in uno dei servizi disposti dal Prefetto della Provincia, Vincenzo Callea, per delle verifiche necessarie a controllare che le disposizioni anti Covid-19 e in particolare il Dpcm dello scorso 25 ottobre vengano rispettati.

Fra le norme più contestate c’è quella della chiusura obbligatoria alle 18 per bar e ristoranti, nonché la chiusura totale di piscine, palestre, cinema e teatri. Decisioni che stanno scatenando diverse proteste, non ultima quella in piazza Prefettura stamane a Campobasso o l’altro ieri davanti alla sede del Consiglio Regionale, mentre domani pomeriggio è attesa una manifestazione in piazza Monumento, a Termoli.

Così, mentre erano intenti nei controlli sull’uso delle mascherine, il divieto degli assembramenti e le limitazioni ai gestori degli esercizi pubblici, i militari hanno scoperto un bar che pensava di farla franca.

Intervenuti sul posto poco prima della mezzanotte, i carabinieri hanno scoperto che all’interno del locale erano ancora presenti a consumare 3 avventori che indossavano la mascherina.

Il titolare del locale è stato sanzionato in via amministrativa per 400 euro e segnalato alla locale Prefettura per ulteriori decisioni che potrebbero portare a un’eventuale sospensione dell’attività.

Più informazioni su