Fuoco e urla di terrore da una casa: disabile salvato da due giovani corridori

Fabrizio Pece e Luca Mancinelli, giovanissimi ragazzi di Campobasso, si stavano allenando vicino allo stadio di contrada Selva Piana quando hanno sentito un uomo chiedere aiuto dalla sua abitazione in fiamme. Hanno scavalcato il cancello, salvato il disabile e iniziato a spegnere le fiamme in attesa dei pompieri. Per loro l'elogio del comandante dei Vigili del fuoco.

luca mancinelli fabrizio pece

Stavano correndo attorno all’anello di contrada Selvapiana quando delle urla disperate, provenienti da un’abitazione lì vicino, hanno attirato la loro attenzione. Fabrizio Pece e Luca Mancinelli, runner e amici, si sono meritati l’elogio del comandante dei vigili del fuoco di Campobasso per aver salvato la vita del signor Michele Nanni.

Era il 21 ottobre quando i due ragazzi si stavano allenando attorno allo stadio. Durante la corsa hanno sentito una persona chiedere aiuto, si sono guardati attorno individuando una casa dalla quale usciva fuori un fumo denso e acre. Hanno scavalcato il cancello dell’abitazione e incuranti del pericolo sono riusciti a introdursi nell’appartamento già invaso dal fuoco.

incendio vigili del fuoco

Mai avrebbero immaginato di trovarsi di fronte un uomo terrorizzato e impossibilitato a mettersi in salvo da solo: Michele Nanni, infatti, è costretto da tempo su una sedia a rotelle. I due ragazzi lo hanno portato fuori insieme alla sua carrozzina: nessuna ferita per l’uomo, solo mani annerite dal fumo e un enorme spavento.

Il gesto di straordinario altruismo, questa lezione di civiltà, non è passata inosservato agli occhi dei pompieri che poco dopo, allertati sempre dai giovanissimi Luca e Fabrizio, si sono precipitati in contrada Selva Piana per spegnere definitivamente il fuoco. Durante l’attesa i ragazzi avevano anche iniziato a domare le fiamme utilizzando un tubo per l’irrigazione trovato sul piazzale davanti casa del signor Nanni.

“A Fabrizio e Luca – queste le parole del comandante dei Vigili del fuoco – che, per aver saputo affrontare la situazione di emergenza e aver dimostrato di essere giovani coraggiosi senza paura e senza esitazione hanno strappato al pericolo il signor Michele Nanni, si esprime il nostro plauso ed il nostro encomio”.