‘Buoi e pandemia’, un video per riaffermare il messaggio ecologico dei Carri

Un piccolo video per riaffermare, ancora ed ora, il messaggio ecologico dei Carri. “Buoi e pandemia”, di Matteo Boccardi e con la consulenza amichevole di Michele Colaneri, è un semplice messaggio di vitalità di questo luogo che vuole difendere la verità della propria storia.

La Carrese abitua, dalla nascita, alla convivenza tra specie e alla gratitudine alla Terra che ci ospita. Eravamo nel giusto da mille anni fa ed oggi piú che mai sappiamo che i Carri vivono solo in questo paesaggio naturale; ucciderli ci renderà piú difficile difenderlo e preservarlo.

Matteo Boccardi ama la Carrese e la conosce profondamente. Storico pazientissimo, non trascura mai il dato. Anche il papa conserva la copia speciale del suo “Studio di San Martino e il suo circondario” donato al Pontefice dal Carro dei Giovanotti di San Martino in Pensilis in occasione dell’udienza concessa ai massimi rappresentanti delle tradizioni culturali del Molise. Uno studio di geo-storia accuratissimo, realizzato con fatica, per passione ma non con improvvisazione.

Ma l’amore per i Carri diventa liricamente epidermico nella sua “Ode al bue Diamante”: un manifesto ambientalista profetico e oggi irrinunciabile. Nell’era buia del Covid e della peggiore emergenza climatica del pianeta il suo lavoro di storico è terra buona su cui coltivare la sopravvivenza reale di una tradizione bella che difende il respiro debole della natura.