Annullato incontro pubblico di Forza Nuova. La rete antifascista rinuncia all’assemblea: “Siamo responsabili, obiettivo raggiunto”

Più informazioni su

Dopo una settimana di “tira e molla”, confronti serrati e interpretazioni, la Questura ufficializza l’annullamento dell’evento pubblico che si sarebbe dovuto tenere domani, sabato 24 ottobre, a Guglionesi. Il movimento di Forza Nuova, promotore dell’incontro sociale al quale avrebbero dovuto prendere parte i leader nazionali Fiore e Castellino, ha rimosso le locandine e gli annunci dalle bacheche facebook, mentre la nota del Questore di Campobasso chiarisce in via definitiva l’epilogo del “caso”.

“In riferimento all’iniziativa organizzata dai rappresentanti locali del movimento politico Forza Nuova, in programma per il prossimo 24 ottobre a Guglionesi, si rende noto che il Questore di Campobasso ha prescritto, ai sensi dell’art. 18 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza e nel rispetto dell’art. 17 della Costituzione sulla libertà di riunione, che il suddetto evento si svolga  secondo le modalità della riunione privata, nel pieno ossequio di quanto stabilito dal Dcpm dello scorso 18 ottobre, secondo cui sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali ed alla luce, inoltre, della circolare del Gabinetto del Ministro dell’Interno del 20 ottobre scorso, con la quale sono stati precisati alcuni criteri interpretativi della suddetta norma, validi ai fini della distinzione tra riunioni private consentite ed attività convegnistiche e congressuali attualmente sospese. È stato, inoltre, prescritto il rispetto della capienza massima del luogo ove si terrà l’evento e di quant’altro previsto per tale fattispecie dalla normativa di riferimento per contrastare la diffusione del Covid-19.

Con il provvedimento sopra descritto, si è contemperata la libertà di riunione con il bene della salute pubblica, entrambi interessi riconosciuti e tutelati dalla Costituzione. Ad ogni modo, l’iniziativa sarà seguita e monitorata nell’ambito dei servizi d’istituto predisposti per la circostanza”.

Dunque nessun incontro pubblico, come inizialmente era stato annunciato e confermato. Di  conseguenza, i ragazzi della rete antifascista e anti-negazionista che in questi giorni hanno serrato le fila impegnandosi per un contro-evento di sensibilizzazione, hanno rinunciato all’assemblea programmata alla stessa ora dello stesso giorno nella villa comunale. “Una decisione maturata per evitare qualsiasi forma di strumentalizzazione – dicono dai movimenti promotori dell’assemblea, che avrebbe visto la partecipazione di persone arrivate da tutto il Molise – ma anche per andare incontro alle esigenze, da noi condivise, di salvaguardia della salute e della tranquillità pubblica. L’obiettivo, che abbiamo chiesto da subito alle autorità preposte e alle Istituzioni, è stato raggiunto”.

“L’evento pubblico di Forza Nuova, doppiamente scandaloso in questo momento e con la partecipazione di personaggi quale Fiore e Castellino che la cronaca, prima ancora di noi, ha bollato come criminali e violenti, è stato annullato – proseguono – Noi continueremo a impegnarci in favore dei valori di libertà, democrazia e antifascismo, e la vicenda sulla quale ci siamo mobilitati ha fornito una bella occasione per un confronto interno. Ne siamo usciti rafforzati. Ma siamo persone responsabili che non intendono strumentalizzare nulla, tantomeno in un momento così delicato per la vita del Paese”.


 

I retroscena del caso qua

Forza Nuova, incontro pubblico al ristorante con Fiore e Castellino. Si mobilitano gli anti-fascisti, rischi per l’ordine pubblico e il contagio

 

Più informazioni su