Ancora scuole chiuse a Isernia per contagi tra studenti e personale. Ecco quali

Più informazioni su

Si susseguono le ordinanze del sindaco di Isernia che, d’intesa con Asrem e dirigenti scolastici, dispone la sospensione dell’attività didattica. I casi nella cittadina pentra sono ormai quasi 70 e in molti casi riguardano studenti o personale scolastico.

Dopo la chiusura prolungata (una settimana intera) di alcune scuole, ecco che arrivano proroghe e nuovi stop.

Il virus in classe: allarme per i contagi. A Isernia e Castelpetroso scuole chiuse per una settimana

Per motivi di prevenzione e precauzionali, il sindaco di Isernia Giacomo d’Apollonio, con ordinanza n. 194/2020, ha prorogato la sospensione – dal 20 al 26 ottobre – dell’attività didattica in presenza presso l’intero polo scolastico di via Umbria (comprendente la scuola secondaria di primo grado Andrea d’Isernia e parte della scuola primaria San Giovanni Bosco) nonché presso l’Edificio Colorato (comprendente le restanti classi della citata scuola primaria, facenti capo all’Istituto comprensivo San Giovanni Bosco), in attesa degli esiti dell’indagine epidemiologica e dei tamponi disposti dall’Asrem.

L’atto sindacale è stato emesso considerato che nei giorni scorsi, e successivamente all’emissione di precedenti ordinanze, sono stati riscontrati numerosi casi di contagio da Covid-19 fra gli studenti, i docenti e il personale Ata delle strutture scolastiche in oggetto. Inoltre si è ancora in attesa di conoscere i risultati di non pochi tamponi i cui esiti saranno disponibili verosimilmente nei prossimi giorni e che sono in programma ulteriori test sanitari.

 

Ma, sempre per motivi precauzionali, oggi è stata chiusa la scuola ‘Vincenzo Cuoco’.

Il sindaco, con ordinanza n. 193/2020, ha sospeso infatti, per la giornata di oggi 19 ottobre, l’attività didattica in presenza dell’Istituto “Cuoco”. “Con la medesima ordinanza, si dispone la sanificazione degli ambienti interessati. Restano impregiudicate autonome iniziative della Dirigente circa l’organizzazione della didattica a distanza.

L’atto sindacale è stato emesso nella considerazione che uno studente dell’Istituto in argomento, noto alla Dirigente scolastica, è risultato positivo al tampone per la ricerca del Coronavirus, e tenuto conto che è necessario attendere le disposizioni dell’Asrem in relazione all’indagine epidemiologica da avviare. È altresì necessario procedere alla sanificazione degli ambienti per evitare la diffusione del possibile contagio”.

Inoltre, e sempre con ordinanza, per motivi di prevenzione rispetto all’emergenza pandemica, il sindaco ha disposto, dopo aver sentito il dirigente scolastico interessato e facendo seguito a vari interventi di sanificazione disposti per le scuole della città, anche la sanificazione di specifici ambienti dell’Istituto “Enrico Fermi”. L’intervento avverrà nel pomeriggio di oggi.

Più informazioni su