21 storie nere di ordinaria follia in un talk a Ripalimolisani

Più informazioni su

Sarà presentato domani 17 ottobre a Ripalimosani il libro “Giorni di ordinaria follia – Quando la cronaca è nera”, di Francesca Capozza; l’iniziativa è stata organizzata dalla Nuova Proloco e da Il Gazzettino di Ripalimosani con il patrocinio del Comune.

Il libro racconta di 21 casi di cronaca, 21 storie nere, storie vere di vite quotidiane avvolte nelle tenebre della ferocia, raccontate con gli occhi di una criminologa per fornire chiavi di lettura efficaci e riflessioni nonché linee guida per prevenire devianza e delinquenza. Troviamo l’uomo che uccide gli anziani genitori per non elaborare l’ormai tardiva necessità del distacco, la donna che inietta veleno nella bottiglietta d’acqua del collega, il muss murderer, le baby gang, ecc… Una lettura avvincente, fluida e accattivante, un’analisi competente sulle dinamiche, spesso familiari, nocive e deleterie dove a soccombere è sempre il più debole.

Francesca Capozza svolge la professione di criminologa, oltre quelle di psicologa e psicoterapeuta. E lavora come Funzionario Giuridico Pedagogico presso il carcere di Isernia. Collabora inoltre per l’organizzazione di incontri formativi in tema di prevenzione e fronteggiamento del crimine e si occupa di rieducazione trattamentale degli autori di reato; è autrice di numerosi articoli di Criminologia e Psicologia ed è socia della Società Italiana di Criminologia.

I casi di cronaca raccontati nella pubblicazione sono il passepartout che l’autrice utilizza per un’analisi competente sulle dinamiche che portano a compiere delitti spesso efferati e per fornire chiavi di lettura e riflessioni efficaci e competenti, chiare anche per non addetti ai lavori. In appendice al libro, inoltre, sono riportati quattro approfondimenti relativi a fenomeni quanto mai attuali: la diffamazione a mezzo social, lo stalking, il decalogo salva donna, il terrorismo.

All’incontro di presentazione e di confronto l’autrice dialogherà con la giornalista Antonella Iammarino, direttrice de Il Colibrì-Sociale e Società e de Il Gazzettino (periodico locale che giunge a tutti i Ripesi, in Italia e nel mondo).

L’appuntamento è dunque per domani sabato 17 febbraio alle ore 18, al Convento San P. Celestino di Ripalimosani.

“Con le restrizioni dovute alla pandemia le Proloco e le associazioni in generale hanno avuto uno spazio di manovra quasi nullo – spiega Michele Moffa, presidente della Nuova Proloco Ripalimosani – e pertanto non è stato possibile organizzare grandi eventi e non lo sarà a breve. Abbiamo quindi pensato di proporre questo tipo di iniziative, per un pubblico ridotto e che si prestano più facilmente ad essere organizzate sottostando alle necessarie precauzioni anti Covid. Sono molte le persone che temono l’aumento dei contagi degli ultimi giorni e che preferiscono comprensibilmente non uscire di casa ma insieme al Gazzettino e al Comune vorremmo lanciare un piccolo segnale; crediamo che rispettando le regole e con tanto buon senso qualche momento di vita sociale possiamo permettercelo”.

 

Per partecipare all’iniziativa è necessario effettuare la prenotazione inviando una mail a proloco.ripalimosani@gmail.com o contattare la Nuova Proloco al numero 351.6102360 (anche tramite messaggio Whatsapp).

Più informazioni su