Unimol, ripartono in sicurezza le lezioni in presenza. Didattica digitale sempre attiva

Oggi, all’UniMol, primo giorno di lezioni dell’anno accademico 2020/2021, tra didattica in presenza e quella digitale. Il saluto in aula del Rettore alle studentesse e agli studenti.

Nell’Università molisana, a differenza che in quelle di tante altre parti d’Italia, si torna in aula in presenza.

unimol lezioni in presenza covid

Una giornata significativa, importante, quella di oggi 23 settembre 2020. Si riparte per il nuovo anno accademico, tra didattica in aula e quella digitale. L’attività didattica dell’Università degli Studi del Molise per l’anno accademico 2020/2021, riprende sia in presenza – in totale sicurezza, su più sedi, con nuove aule e nuovi spazi riqualificati, funzionali e pronti – sia in modalità a distanza.

La scelta tra le due opzioni lasciata agli studenti: partecipare alla didattica in aula, senza alcuna necessità di prenotazione del posto. Tutto ciò grazie allo sforzo logistico e organizzativo messo in campo per costruire ed allestire nuove aule, in grado di permettere, nel pieno rispetto delle misure di protezione e delle norme di prevenzione, a tutti, studentesse e studenti, di seguire le lezioni in assoluta sicurezza.

Oppure, come più volte sottolineato dal Rettore, UniMol ha inteso garantire anche la possibilità di seguire le lezioni da casa. Pertanto gli studenti sono liberi di scegliere se partecipare alle lezioni fisicamente o seguirle a distanza in contemporanea mentre il docente è in aula.

Una scelta significativa questa. Un decisione importante per riappropriarsi delle abitudini tipiche della vita universitaria di sempre, e per ripartire a vivere, insieme, l’Università.

unimol lezioni in presenza covid

Ed oggi non poteva certo mancare il saluto di buon anno accademico alle Studentesse ed agli Studenti del Rettore, Prof. Luca Brunese, in questa prima giornata di ripresa delle attività didattiche.
Il Rettore Brunese, infatti, ha voluto far sentire tutta la sua vicinanza e quella dell’Ateneo alla comunità studentesca che oggi in aula, e a distanza da casa, hanno segnato una tappa essenziale nel ritorno alla normalità.