Referendum taglio parlamentari, in Molise la vittoria del Sì è ancora più schiacciante e sfiora l’80%

Lo spoglio elettorale nelle 393 sezioni del Molise mostra nettamente la preferenza per la riduzione del numero dei parlamentari

Più informazioni su

    Non c’è stata partita. Il referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari da 945 a 600 passa con una maggioranza schiacciante. In Italia oltre il 69 per cento dei votanti ha espresso la preferenza per il Sì e il Molise è andato anche oltre. Quando manca un quarto dello scrutinio, il Sì è poco sotto l’80 per cento nella nostra regione.

    Tutte le 393 sezioni molisane sono state scrutinate. Il dato definitivo arriva attorno alle 20 e dice Sì all’79,89 per cento e No al 20,11. L’affluenza è stata piuttosto bassa, attestandosi al 47 per cento appena.

    Chiuso il voto per il referendum, affluenza al 47%. Martedì i nuovi sindaci

    Ci sono i dati definitivi in diversi Comuni. A Campobasso affermazione del Sì al 76,2% contro il 23,7% del No. A Termoli vittoria del Sì col 79,3%, con il No al 20,7%. A Larino 80,2% per il Sì e 19,8% per il No. A Guglionesi 84% a 16%. A San Martino in Pensilis 86,5% a 13,5%, a Petacciato 85% a 14,9%, a Campomarino 82,3% a 17,6%.
    A Riccia 83,9% per il Sì e 16% per il No, a Trivento 80,9% Sì e 19,1% No. A Bojano 76,6% al Sì e No al 23,3%. A Isernia leggermente più equilibrata: 74,3% a 25,7%. Ad Agnone Sì vittorioso col 77,7% contro il 22,2.

    Il responsabile molisano del Comitato per il Sì, Lorenzo Lommano, si è lasciato andare a commenti carichi di entusiasmo e soddisfazione.

    spoglio referendum termoli seggio 1

    “Necessito con tutto il cuore ringraziare i cittadini molisani per aver espresso con grande maturità, il proprio assenso, il proprio Sì per dimezzare il numero dei parlamentari in Italia che, è noto, sono tra i più numerosi e i più pagati in Europa. Nonostante le stravaganti e ormai note posizioni della maggior parte dei partiti molisani, totalmente assenti, reputo questa vittoria del Sì come la vittoria dei cittadini, la vittoria della democrazia popolare italiana. Riaffermo ovviamente, che questa non è la vittoria di nessun partito politico, ma è esclusivamente la vittoria della stragrande maggioranza dei cittadini e degli elettori italiani e molisani. Il Molise quindi, ne esce più forte e più maturo, soprattutto per la presa di coscienza dei molisani che hanno evidenziato con il loro voto le loro giuste distanze dai partiti abituati a fare solo chiacchiere. Vedrete adesso, che nelle dichiarazioni di molti esponenti molisani, muti fino a poche ore fa o schierati con il No, si diranno soddisfatti per la vittoria del Sì”.

    Più informazioni su