Operai in ritardo per i semafori sulla Bifernina, Uilm: “Anticipare autobus alle 6,30”

La Uilm Molise si schiera al fianco dei pendolari Fiat Fca che lamentano decurtazioni di stipendio a causa dei ritardi accumulati dagli autobus Campobasso-Termoli sulla Bifernina, a causa di numerosi semafori esistenti sul tracciato.

“Facciamo nostre le preoccupazioni degli operai che quotidianamente si recano al lavoro nella zona industriale di Termoli, provenendo da Campobasso.

Come segnalato da tanti pendolari, la nuova viabilità che vede numerose interruzioni genera l’arrivo in ritardo all’interno delle fabbriche, con conseguente decurtazione di denaro dalle buste paga degli incolpevoli lavoratori.

Odissea sulla Bifernina: 4 semafori e file. Doppia beffa per i pendolari Fiat: “Arriviamo tardi e ci tagliano lo stipendio”

Leggiamo dell’impegno degli Assessori Pallante e Niro, direttamente coinvolti nella materia, e come Uil confederale e Uilm abbiamo interessato anche il Presidente Toma” fa sapere la Uilm in una nota.

“Comprendiamo le difficoltà nel trovare una quadra in una situazione di questo tipo, ma non possiamo ammettere che a pagarne, letteralmente le conseguenze siano i lavoratori, ancora una volta, dopo l’aumento recente degli abbonamenti a loro carico di circa il 40%.

Auspichiamo in una immediata soluzione, che pare essere risolvibile attraverso l’anticipazione della partenza dell’autobus delle ore 6.30. Ci confermano dalla regione che si stanno predisponendo gli atti necessari alla soluzione proposta”.