Giovani, movida e contagio: sierologici gratuiti agli under 35 in 3 piazze molisane

L'Azienda sanitaria avvia la campagna gratuita e rivolta ai più giovani a Campobasso, Isernia e Termoli dove saranno effettuati gli esami che consentono di verificare se una persona ha sviluppato eventualmente gli anticorpi dopo essere stata a contatto con il virus. Si comincia il 19 settembre nel capoluogo, mentre da lunedì 21 ripartono gli screening tra gli operatori impegnati negli ospedali e del 118.

Sta per partire una campagna di screening dell’Asrem per i ragazzi molisani tra i 18 e i 35 anni. Quest’estate la movida e le discoteche sono finite nell’occhio del ciclone dopo aver fatto da moltiplicatore del covid e innescato un pericoloso effetto domino nella sua propagazione. L’età media dei contagiati si è abbassata, i giovani sono risultati le principali vittime del virus che un duro lockdown aveva limitato. Anche in Molise, dove sono scoppiati i cluster provocati da chi era stato in vacanza in Croazia, in Grecia o in Sardegna.

Forse lo ricorderete, lo scorso 16 agosto il Governo ha deciso di chiudere le discoteche e le sale da ballo diventati in alcuni casi dei focolai: il più eccellente di tutti è stato il cluster del locale dei vip in Costa Smeralda, il Billionarie. Ma ormai la ‘frittata’ era fatta. E l’escalation di positività, dovuta al rientro a casa delle persone che avevano contratto l’infezione, ha anticipato la seconda ondata prevista in autunno.

In questo contesto in diverse città italiane le autorità sanitarie hanno avviato iniziative di monitoraggio e controllo della diffusione del covid rivolte ai più giovani che sono stati sottoposti a test sierologici. Una analoga iniziativa prende il via anche nella nostra regione. Si chiama Movida covid free la campagna di screening lanciata dalle autorità sanitarie locali che hanno coniato lo slogan ‘Asrem si prende cura di te’.

“I ragazzi molisani con un’età compresa tra i 18 e i 35 anni potranno effettuare gratuitamente test sierologici per la ricerca di anticorpi covid-19″, annuncia il direttore generale Oreste Florenzano. La campagna si svolgerà nelle piazze delle tre principali città molisane: Campobasso, Isernia e Termoli. I ragazzi dunque potranno svolgere il sierologico e scoprire l’eventuale presenza di anticorpi. Se l’esito del test sarà positivo, occorrerà sottoporsi a tampone (come prevedono le normative della nostra regione) che accerterà l’eventuale infezione da coronavirus.

Primo appuntamento a Campobasso, in piazza Vittorio Emanuele, dalle 19 alle 23 sabato 19 settembre. Sabato 26 settembre gli operatori dell’Asrem saranno a Isernia dalle 19 alle 23 in piazza Celestino V. Ultima tappa a Termoli: lo screening sarà svolto il 3 ottobre in piazza Vittorio Veneto dalle 19 alle 23.

Uno screening esteso coinvolgerà anche gli operatori sanitari: è la seconda novità annunciata dal direttore generale Oreste Florenzano. “A partire da lunedì gli operatori sanitari dei presidi ospedalieri aziendali e del 118 saranno progressivamente sottoposti a ulteriori screening mediante test sierologico quantitativo”. Una notizia importante alla luce di quanto avvenuto all’inizio dell’epidemia, quando gli operatori sanitari sono risultati i più esposti al virus. 

Infine, per tre giorni – dal 17 al 19 settembre – la sede centrale dell’azienda in via Ugo Petrella a Campobasso resterà illuminata di colore arancione scelto dall’Organizzazione mondiale della sanità come rappresentativo dell’evento. Invece “la luce rossa che dal 13 marzo scorso illumina simbolicamente la facciata dello stesso edificio a testimonianza dell’impegno dell’Asrem resterà accesa fino alla fine delle emergenze in onore di coloro che non ce l’hanno fatta”.

SP