Messaggi Whatsapp per vendere eroina in casa, in carcere campobassano

Più informazioni su

La compagnia Carabinieri di Campobasso ha arrestato nelle scorse ore un uomo che vendeva droga a domicilio. L’uomo aveva organizzato un traffico di eroina tenendo i contatti con gli acquirenti tramite i messaggi WhatsApp che automaticamente poi cancellava per non lasciare tracce. Ma l’indagine condotta dai militari della compagnia dei Carabinieri e coordinata dalla Procura di Campobasso ha portato a trovare riscontri agli indizi.

Tramite WhatsApp infatti gli acquirenti ordinavano le dosi e lo spacciatore fissava il prezzo di acquisto, nonché il momento dello scambio distribuendo l’arrivo dei clienti nell’arco della giornata per destare meno sospetti. Sono diversi i consumatori di droga che sono stati segnalati alla competente prefettura per le conseguenti sanzioni amministrative.

Durante le indagini i Carabinieri della stazione di Campobasso e quelli del nucleo operativo radiomobile hanno sequestrato diverse dosi di eroina, materiale per la preparazione delle sostanze stupefacenti e una somma in denaro derivante dallo spaccio di droga. A coadiuvare i carabinieri anche le unità cinofile specializzate nella ricerca di sostanze stupefacenti.

L’uomo, residente a Campobasso, è stato rinchiuso nel carcere del Capoluogo molisano.

Più informazioni su