La ‘resistenza’ al Cardarelli, lettera di una ragazza dopo un intervento: “Fantastico team”

Chiara Gasbarro, alla quale sono stati ricostruiti i legamenti del ginocchio, ringrazia "il fantastico team di professionisti che l'ospedale può, ancora per poco, vantare di avere".

Nonostante le difficoltà spesso registrate nella sanità molisana, soprattutto in alcuni reparti, al Cardarelli di Campobasso si continua a lavorare con serietà e professionalità. Come testimonia Chiara Gasbarro, operata al ginocchio destro per la ricostruzione dei legamenti.

Il riferimento, seppure non esplicito, va innanzitutto al reparto di Ortopedia guidato dal dottor Pancrazio La Floresta, che purtroppo dal 1 ottobre non sarà più nel nosocomio del capoluogo dopo le dimissioni presentate qualche settimana fa. Ma il suo grazie si allarga ai tanti professionisti che lavorano all’interno del Cardarelli. Questa la lettera di ringraziamento che Chiara Gasbarro ha voluto inviare alla nostra redazione.

Voglio ringraziare il fantastico team di professionisti che l’ospedale Cardarelli di Campobasso può, ancora per poco, vantare di avere. Il ringraziamento va solo a loro che, per anni, sono stati a capo della resistenza sanitaria dell’ospedale del capoluogo molisano. Loro che hanno continuato a prestare servizio anche in mancanza di personale facendo turni assurdi. Cittadini molisani, svegliatevi. La Sanità Pubblica sta morendo a discapito della Sanità Privata. Si sta attuando la cosiddetta “politica dell’indifferenza” da parte dei Dirigenti dell’Asrem e della Regione”.

Il primario di Ortopedia, Pancrazio La Floresta, si dimette e lascia il Cardarelli