Quantcast

La base anti inquinamento della Guidotti Ships nel progetto Interreg Italia-Croazia

La Guidotti Ships, da sempre in prima linea per l’anti-inquinamento, è stata selezionata dal progetto Interreg Italia-Croazia dal nome “The Net4mplastic”, per mostrare il lavoro svolto dalla società termolese in linea con la loro filosofia green. L’azienda di Domenico Giuidotti ha mostrato la base anti-inquinamento istallata dalla stessa nel porto di Termoli e i due mezzi anti-inquinamento in loro possesso. Oltre questo, ha sottolineato anche le attività svolte riguardanti il monitoraggio e il controllo sia di idrocarburi che di materiale plastico.

Base antinquinamento guidotti ships
Guidotti ships

Il progetto europeo prevede lo sviluppo di strategie e tecnologie innovative per il rilevamento dei rifiuti di plastica in mare e sulle coste. Verranno raccolti i dati sulla presenza e la distribuzione di micro e macro plastica in alcune aree marine e costiere dell’adriatico, in particolare sulle spiagge italiane e croate.

Stanno sviluppando nuovi sistemi di allerta e droni marini per il monitoraggio dei rifiuti e studiando anche sistemi di riciclaggio per la valorizzazione di rifiuti plastici ritrovati in mare e sulle spiagge. Inoltre, stanno approfondendo anche i rischi che questo tipo di inquinamento può provocare sulla salute umana.

Diversi i partner del progetto: l’università di Ferrara, l’università di Trieste, la Regione Marche, l’istituto zooprofilattico Abruzzo/Molise, l’azienda Hydrosolution srl, l’università di Spalato, l’Istituto didattico per la sanità pubblica, l’istituzione pubblica per il coordinamento e lo sviluppo del distretto di Spalato e Dalmazia e l’azienda Prosoft ltd.

Guidotti ships

Domenico Guidotti, responsabile della Guidotti Ships, ha risposto a diverse domande poste da una responsabile del progetto arrivata direttamente da Trieste per conoscere la piccola, ma grande e sostenibile, realtà termolese.

“Volevo approfittare per ringraziarvi dell’intervento – conclude Domenico -. “Noi siamo contenti di potervi accogliere e sviluppare il progetto della raccolta della plastica insieme a voi.”