18 settembre – In Molise 5 positivi e 1 guarito su 325 tamponi. Contagiata mamma di Larino ricoverata a Termoli

Ci sono cinque nuovi positivi in Molise: di questi 1 è a Gambatesa, 1 a Civitanova del Sannio, 2 a San Martino in Pensilis e 1 a Larino. I cluster sono tutti noti e dunque si tratta di contatti di persone già positive. A San Martino i due positivi sono una coppia di coniugi: lei lavora nella casa di riposo di Portocannone dove ieri si è riscontrato un contagio. A Larino invece è risultata positiva la moglie dell'uomo marocchino rientrato dalla Francia e risultato infetto nelle scorse ore. La donna ha appena partorito ed è ricoverata nel reparto di Ginecologia di Termoli

Su 325 tamponi sono emersi 5 nuovi casi di positività al nuovo coronavirus e 1 guarito (a Campobasso). I contagi sono 1 a Civitanova del Sannio (contatto con positivo), 1 a Gambatesa (cluster noto) e 3 in Basso Molise: due casi si sono riscontrati a San Martino in Pensilis e l’altro a Larino. Sono proprio questi ultimi tre contagi a destare una certa preoccupazione, perchè legati ai due focolai ‘sensibili’ della casa di riposo di Portocannone e alla famiglia di Larino. La conferma dai rispettivi sindaci dei due paesi.

Nel caso di San Martino in Pensilis, a risultare contagiati sono stati marito e moglie. La donna, appunto, lavora presso la struttura per anziani di Portocannone. I due coniugi stanno bene, sono asintomatici e sono in isolamento nella propria abitazione.

Più complessa la situazione nella cittadina frentana dove ieri si era appurata la positività di un uomo, papà di un bambino di 6 anni che frequenta la prima elementare. Motivo per cui oggi è stata disposta in via precauzionale la sospensione dell’attività didattica nella classe frequentata dal piccolo, sottoposto a tampone nelle scorse ore. Ma non è il figlio ad essere risultato positivo al Sars-Cov-2 (di cui invero non è stato reso noto ancora l’esito) bensì la moglie, che poche ore fa ha dato alla luce un bambino e si trova tuttora ricoverata nel reparto di Ginecologia del San Timoteo di Termoli. Da rilevare però l’esistenza di un Dpcm per cui la cosiddetta quarantena non si applica agli operatori sanitari (che dunque in attesa dell’esito del tampone possono recarsi al lavoro) salvo nel caso di sintomatologia respiratoria o di esito positivo per Covid-19.

Lo screening sul personale di Ostetricia del San Timoteo, che è stato in contatto con la giovane madre residente a Larino risultata positiva al virus, è già iniziato. Mentre la donna è stata tempestivamente trasferita al Cardarelli di Campobasso – ospedale covid per il Molise – medici, infermieri, portantini e ferriste hanno iniziato a sottoporsi ai tamponi previsti dalla Asrem, che potrebbero continuare domani e comunque nelle prossime ore anche sul personale di altri reparti. Per il momento tuttavia, nell’attesa dei risultati dei test, si continua a lavorare con tutte le misure di sicurezza per garantire l’assistenza alle pazienti ricoverate nel reparto diretto dal dottor Dino Molinari.

A preoccupare maggiormente in realtà il personale medico dell’ospedale San Timoteo il particolare che la donna, quando è arrivata in ospedale 3 giorni fa per dare alla luce il bambino, era risultata negativa al tampone che le era stato fatto come da protocollo ospedaliero. Potrebbe trattarsi di un falso caso di negatività oppure potrebbe aver contratto l’infezione proprio nei giorni di ricovero, e in questo caso bisognerebbe capire da chi, sebbene l’ipotesi chiaramente più accreditata è che a trasmetterle il virus sia stato il marito. In ogni caso questo è oggetto di un accertamento particolarmente attento da parte delle autorità sanitarie.

In ogni caso va precisato che la neomamma, fino all’esito del tampone, è rimasta in quella che viene chiamata “area grigia”, vale a dire una stanza isolata.

Positivo il papà di un bimbo, lezioni sospese in una classe a Larino. Tamponi su alunni e personale

Oggi in Italia si sono registrati 1907 nuovi casi (ieri erano stati 1585) e 10 decessi (ieri 13). Nelle ultime 24 ore sono stati processati 99839 tamponi  (ieri erano stati di più, 101773).

Questa la situazione in Molise ad oggi

IL BOLLETTINO ASREM DEL 18 SETTEMBRE
– 106 i casi attualmente positivi (83 nella provincia di Campobasso, 21 in quella di Isernia e 0 di altre regioni)
– 586 sono i tamponi positivi (477 nella provincia di Campobasso, 89 in quella di Isernia e 20 di altre regioni)
– 37847 i tamponi eseguiti di cui 35861 negativi. 1392 i tamponi di controllo
– All’ospedale Cardarelli di Campobasso 4 ricoverati: 3 in Malattie Infettive (2 della provincia di Campobasso e 1 di quella di Isernia) e 1 in Terapia Intensiva
– Sono 101 i pazienti in isolamento domiciliare (99) o dimessi dalla struttura ospedaliera in quanto asintomatici e clinicamente guariti (2)
– 457 pazienti dichiarati ufficialmente guariti (375 della provincia di Campobasso, 63 di quella di Isernia e 18 di altre regioni)
– 23 i pazienti deceduti con Coronavirus (16 della provincia di Campobasso, 5 di quella di Isernia e 2 di altra regione)
– 595 le visite domiciliari effettuate dalle Usca (324 Bojano, 107 Larino e 164 Venafro)
– 141 soggetti in isolamento e 0 in sorveglianza

Questa la mappa aggiornata del contagio in Molise
CAMPOBASSO 41 – FERRAZZANO 7 – TERMOLI 7 – VENAFRO 6 – ISERNIA 5 – GAMBATESA 4 – SANT’ELIA A PIANISI 3 – COLLE D’ANCHISE 3 – CAMPOLIETO 3 – FORLI’ DEL SANNIO 2 – BOJANO 2 – LARINO 2 – MONTENERO DI B. 2 – MONTAQUILA 2 – SANT’AGAPITO 2 – CAMPODIPIETRA 2 – MIRABELLO SANNITICO 2 – SAN MARTINO IN PENSILIS 2 – MACCHIAGODENA 1 – ROCCHETTA A VOLTURNO 1 – CAROVILLI 1 – VINCHIATURO 1 – CAMPOMARINO 1 – CIVITANOVA DEL SANNIO 1