Campobasso, va in overdose dopo aver assunto droga e collassa in strada

E’ accaduto nella notte tra venerdì e sabato. Il giovane di origini marocchine si è accasciato al suolo privo di sensi. I primi ad intervenire sono stati i carabinieri che hanno chiesto l’intervento degli operatori del 118. Sempre più preoccupante il fenomeno dell’uso di stupefacenti

Se non fosse passato nessuno, probabilmente l’overdose gli sarebbe stata fatale. Invece i passanti ed una pattuglia dei carabinieri prima, quella della polizia dopo, quando hanno visto quella sagoma accasciata a terra lungo via Mazzini hanno subito pensato al peggio chiedendo l’aiuto di un’ambulanza.

Il giovane, di origini marocchine, dopo le prime cure prestate sul posto è stato quindi portato in ospedale per esser sottoposto alla terapia del caso.

Era da poco passata mezzanotte, ieri sera 18 settembre, quando qualcuno ha visto il giovane a terra e nel frattempo era di passaggio anche un equipaggio dei carabinieri. Passanti e militari, viste le condizioni del giovane che non rispondeva agli stimoli esterni, hanno subito chiamato il 118. In via Mazzini sono giunti gli operatori del servizio di emergenza sanitaria e una pattuglia della polizia.

I medici hanno subito compreso che più che un malore il giovane fosse sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Aritmia ed ipotermia da overdose erano i sintomi più evidenti. Non aveva buchi nel braccio, né nelle vicinanze è stata trovata una siringa. Non è escluso che il giovane possa aver inalato eroina attraverso il surriscaldamento della sostanza per poi andare in overdose. Immediatamente soccorso, il ragazzo è stato portato all’ospedale Cardarelli per le cure del caso.