Alla media Colozza sanificazione e mascherine: “Abbiamo lavorato anche di notte per essere pronti oggi”

Il punto della dirigente scolastica Maria Antonietta Rizzo nel giorno della riapertura: "C'era un po' di ansia. Mi sono arrivate molto telefonate, qualcuno teme i contagi. E i ragazzi ci seguono, basta dare loro il buon esempio".

Abbiamo lavorato notte e giorno, anche di domenica, per riaprire oggi la scuola”. Il primo giorno di scuola sta procedendo regolarmente nella scuola secondaria di primo grado ‘Colozza’ di Campobasso quando intervistiamo la dirigente scolastica Maria Antonietta Rizzo. E’ indaffarata tra tante incombenze, ed è comprensibile in un plesso che annovera circa mille studenti, probabilmente è tra i più grandi del capoluogo.

Scuola media colozza Campobasso

“Siamo stati impegnati anche 12 ore al giorno per ripartire in sicurezza”, aggiunge. E “fino a ieri sera il personale della scuola è stato impegnato a sistemare la segnaletica relativa ai percorsi differenziati”. Ieri, alla vigilia del primo giorno di scuola, è stata svolta anche la sanificazione degli ambienti prevista dai protocolli di sicurezza.

Infatti per consentire la didattica in presenza “sono state ampliate alcune aule della primaria”, spiega la preside. Inoltre “da quest’anno abbiamo a disposizione il nuovo plesso di via Berlinguer (nello scorso anno scolastico quattro aule erano state ‘cedute’ alla D’Ovidio, ndr) per i bambini della prima elementare. Siamo riusciti quindi a risolvere tutte le criticità che c’erano per rispettare le regole anti-covid”. E ancora: “Abbiamo utilizzato tutti gli ingressi dell’istituto, con le classi che così si spostano velocemente. Abbiamo distribuito le mascherine inviate dal Ministero, lo faremo giornalmente”. 

La dirigente scolastica racconta gli stati d’animo di studenti e genitori: “C’era un po’ di ansia. Mi sono arrivate molto telefonate, qualcuno teme i contagi. E i ragazzi ci seguono, basta dare loro il buon esempio”.