Chiuso il voto per il referendum, affluenza al 47%. Martedì i nuovi sindaci

Terminate le operazioni di voto si passa allo spoglio per il referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari. Domani lo scrutinio nei 20 paesi che hanno votato per il rinnovo dei consiglio comunali

Per il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari in Molise si è espresso circa il 47,52% degli elettori. Leggermente più alto il dato aggregato riferito alla provincia pentra (la media dei 52 comuni è del 48,62%) rispetto a quella del capoluogo (la media degli 84 comuni è del 47,11%).

Un dato inferiore a quello medio nazionale che si è attestato intorno al 53,8%. Per quanto riguarda le maggiori città della regione, la percentuale dei votanti è stata del 44,04% a Campobasso, del 45,81% a Termoli e del 41,35% ad Isernia. Rispetto ai 136 comuni molisani la punta più alta si è toccata a Provvidenti (92,78 %) mentre quella più bassa a Sepino (28,26%).

Il dato definitivo dell’affluenza per le elezioni amministrative vede un’affluenza media del 55,35% in provincia di Campobasso e del 50,43% in provincia di Isernia.

In provincia di Campobasso spicca il 61,63 di Bojano, mentre a Montenero si è recato al seggio il 59,98 degli aventi diritto. È Casalciprano il paese in cui l’affluenza è più bassa: soltanto il 35,84%. Ad Agnone soltanto il 40,77% degli aventi diritto ha scelto di andare a votare. A Pozzilli invece affluenza boom al 72,24%.

Nel pomeriggio di oggi, 21 settembre, in Molise si svolgerà soltanto lo scrutinio per il referendum costituzionale. Soltanto domani mattina dalle 9 è previsto lo spoglio per le comunali nei 20 Comuni che attendono il nome del nuovo sindaco.