4 nuovi casi di ‘importazione’ in Molise e guarito uno dei tunisini col virus. A Montenero coppia contagiata da figlio ricoverato

Due positivi a Montenero rientrati dall'Abruzzo, uno a Carovilli proveniente da Roma, e un caso a Bojano di rientro dalla Repubblica Dominicana. C'è anche un guarito dal cluster immigrati di Campolieto. Ma in Italia nell'ultima settimana sono aumentati casi ed ospedalizzazioni

Ci sono 4 positivi in più in Molise da ieri e un ‘malato’ in meno perché guarito. È quanto emerge dall’ultimo bollettino diramato dall’Asrem oggi, 3 settembre. I nuovi positivi sono a Montenero di Bisaccia (un paio), uno rispettivamente a Bojano e a Carovilli, mentre a Campolieto uno dei 4 immigrati tunisini del centro di accoglienza temporaneo è guarito.

Ancora casi di importazione, dall’estero o da altre regioni italiane. In particolare i due contagi di Montenero (paese del Basso Molise che da settimane era Covid-free) sono rientrati dal vicino Abruzzo. Il positivo di Carovilli (in provincia di Isernia) è arrivato invece da Roma (il Lazio è una delle regioni che sta avendo un numero cospicuo di nuovi contagi) mentre a Bojano il soggetto risultato positivo al tampone dell’Azienda sanitaria è tornato in Molise dalla Repubblica Dominicana.

Dei casi attualmente positivi, solo 3 (dei 78 totali) sono ricoverati. Tutti gli altri sono in isolamento presso il proprio domicilio perchè asintomatici o paucisintomatici.

197 i test analizzati nelle ultime 24 ore, circa 1 ogni 50 ha dato esito positivo. Ma il trend di contagi nel nostro Paese è in aumento, sebbene il Molise sia in coda alle regioni italiane che più stanno vedendo aumentare i casi di nuovo coronavirus.

Oggi in Italia si sono registrati 1397 casi, più di ieri che erano stati 1326 e con circa 10mila tamponi in più. 10 le vittime (ieri 6) e sono aumentati i ricoveri (+68 in un giorno, di cui +11 in Terapia intensiva). A certificare la curva in risalita dei contagi il consueto report settimanale della Fondazione Gimbe riferito al periodo 26 agosto-1 settembre. Rispetto ai sette giorni precedenti, si evidenzia un incremento del 37,9% dei nuovi casi (9.015, ben 2.477 in più). Crescita ancor più accentuata (+52,2%) del numero delle persone attualmente positive: in una settimana +7.040 (+4.625 nella precedente). Salgono e di parecchio anche i ricoverati con sintomi (+30%), aumentati addirittura del 62% quelli in terapia intensiva (107 in tutto). I decessi sono stati il 15% in più (arrivati a quota 46). Contemporaneamente però sono cresciuti anche i casi testati 86.515 (+28%) e i tamponi effettuati 116.184 (+24%).

“In questa settimana si consolida il trend in aumento delle ospedalizzazioni e si impenna quello dei pazienti in terapia intensiva– ha dichiarato Nino Cartabellotta, presidente di Gimbe -. Si tratta di segnali di ripresa dell’epidemia nel nostro Paese, sia in termini epidemiologici che di manifestazioni cliniche, proprio alla vigilia del momento cruciale della riapertura delle scuole”.

 

 COPPIA DI MONTENERO POSITIVA

In serata il sindaco di Montenero di Bisaccia Nicola Travaglini ha voluto informare i cittadini della situazione che vede il paese rivivere i fantasmi di marzo, quando ci furono i primi casi di coronavirus in Molise. “Da oggi il nostro paese registra due casi positivi al Covid-19. Si tratta di due cittadini contagiati dal figlio che è tornato dall’estero; il ragazzo è attualmente ricoverato presso l’Ospedale San Pio di Vasto, mentre i genitori si trovano in isolamento domiciliare a casa, qui a Montenero.
La situazione è sotto controllo e ben monitorata, ma colgo l’occasione per ribadire la necessità di non abbassare mai la guardia rispetto alle possibili forme di contagio, che possono essere prevenute solo con le regole ormai note: distanziamento sociale, uso delle mascherine e lavaggio frequente delle mani. A queste regole va aggiunto buonsenso e tanta attenzione”.

 

Il bollettino dell’Asrem del 3 settembre:

 – 78 i casi attualmente positivi (65 nella provincia di Campobasso, 13 in quella di Isernia e 0 di altre regioni)

– 534 sono i tamponi positivi (436 nella provincia di Campobasso, 78 in quella di Isernia e 20 di altre regioni)

– 33340 i tamponi eseguiti di cui 31543 negativi. 1255 i tamponi di controllo

– All’ospedale Cardarelli di Campobasso 3 ricoverati: 3 in Malattie Infettive e 0 in Terapia Intensiva

– Sono 75 i pazienti in isolamento domiciliare (75) o dimessi dalla struttura ospedaliera in quanto asintomatici e clinicamente guariti (0)

– 433 pazienti dichiarati ufficialmente guariti (355 della provincia di Campobasso, 60 di quella di Isernia e 18 di altre regioni)

– 23 i pazienti deceduti con Coronavirus (16 della provincia di Campobasso, 5 di quella di Isernia e 2 di altra regione)

– 595 le visite domiciliari effettuate dalle Usca (324 Bojano, 107 Larino e 164 Venafro)

– 126 soggetti in isolamento e 0 in sorveglianza

 

Questa la mappa aggiornata del contagio in Molise

CAMPOBASSO 42 – TERMOLI 6 – ISERNIA 6 – SANT’ELIA A PIANISI 4 – CAMPOLIETO 3  – FERRAZZANO 2 – FORLI’ DEL SANNIO 2 – BOJANO 2 –  MONTENERO DI B. 2 -FILIGNANO 1 – RIPALIMOSANI 1 – MACCHIAGODENA 1 – MONTAQUILA 1 – ROCCHETTA A VOLTURNO 1 – CAROVILLI 1