15 settembre – In Molise 6 positivi su 425 tamponi. Tre guariti e due dimessi

Su 425 tamponi sono emersi sei nuovi casi di positività al Sars-Cov-2 che portano il totale degli attualmente positivi a superare 'quota 100'. Dei nuovi casi 2 a Venafro, 2 a Sant'Agapito, 1 a Campobasso e 1 a Colle d'Anchise. Tutti relativi a focolai già noti all'Asrem. Ci sono però anche delle buone notizie: sono guariti in tre, 2 del capoluogo e 1 di Sant'Elia a Pianisi. Quest'ultimo è stato anche dimesso da Malattie Infettive dove era ricoverato, così come ha lasciato l'ospedale il paziente di Montenero di Bisaccia ricoverato ieri

Sono ben 425 i tamponi processati dai laboratori dell’Asrem nelle ultime 24 ore e di questi 6 hanno dato esito positivo. Supera dunque la soglia psicologica di 100, e sale a 101, il computo dei casi attualmente positivi, 576 dall’inizio dell’epidemia in Molise. L’ultimo giorno in cui si era superata ‘quota 100’ era stato l’11 giugno (allora erano 113 ma il giorno successivo ci fu un boom di oltre 20 guariti)

I nuovi contagi sono tutti relativi a focolai già noti alle autorità sanitarie e sono per la maggior parte nella provincia di Isernia, finora più ‘risparmiata’ dal virus rispetto a quella di Campobasso. Due sono di Venafro, dove in pochi giorni sono emersi 3 casi (tra cui un’insegnante e l’esercente di un bar). Altri due casi si sono riscontrati a Sant’Agapito, comune in provincia di Isernia e sono contatti del cluster di Venafro. Un positivo è residente a Colle d’Anchise, e anche in questo caso si tratta di un contatto di positivo già individuato. Infine c’è un nuovo positivo nel capoluogo di regione.

Quanto al cluster Venafro, il sindaco Alfredo Ricci in un post facebook ha descritto la situazione venutasi a creare in queste ore e ha mandato un messaggio alla cittadinanza. “Purtroppo anche il papà, la sorella e il cognato dell’esercente del bar sono risultati positivi. Un abbraccio di pronta guarigione a loro. Negativi invece mamma, moglie e bambino, che, comunque, resteranno in isolamento. Asrem sta conducendo tutte le necessarie indagini epidemiologiche per ricostruire la catena del contagio. Noi stiamo ricevendo diverse telefonate da parte di chi ritiene di essere potuto entrare in contatto con i positivi nel frequentare il bar. Se ci fossero dubbi al riguardo, ciascuno potrà riferirli ai rispettivi medici di famiglia che, se riterranno, provvederanno a interfacciarsi con il dipartimento prevenzione Asrem, dando ogni indicazione anche in ordine alla necessità o meno di sottoporli a tampone.

Il momento è delicato, ma lo supereremo tutti insieme. La responsabilità di ognuno di noi nel tenere comportamenti corretti e prudenti è la migliore risposta che ognuno nel piccolo può dare. Pertanto, usiamo mascherine e teniamo la consueta distanza. Sto insistendo ovviamente con Asrem per eseguire quanti più tamponi possibile. Al riguardo ho avuto già ampie rassicurazioni, come, d’altronde, già accaduto con gli insegnanti del ‘Testa’. Ovviamente seguiranno aggiornamenti all’occorrenza”.

 

Ci sono però anche le buone notizie. Oggi sono stati giudicati guariti tre pazienti contagiati dal nuovo coronavirus. Due sono di Campobasso, e appartenevano uno al cluster dei venezuelani e uno a quello di rientro dalla Croazia. Infine il paziente ricoverato in Malattie Infettive di Sant’Elia a Pianisi è guarito ed è stato pertanto dimesso  dal reparto. Dimesso dall’ospedale (anche se non ancora annoverato tra i guariti) anche il paziente di Montenero di Bisaccia che solo ieri era stato ricoverato.

Restano dunque 4 i pazienti ricoverati con Covid-19 (di cui 1 in Terapia intensiva) mentre altri 97 sono asintomatici isolati presso il proprio domicilio (95) o dimessi da Malattie Infettive perchè asintomatici (2).

Oggi in Italia si sono registrati 1229 nuovi casi (ieri erano stati 1008) e 9 decessi (ieri 14). Nelle ultime 24 ore sono stati processati però circa 35mila tamponi  in più rispetto al giorno precedente (80517 vs 45309). Aumentate di 4 unità le terapie intensive (ieri +10) e di 100 i ricoveri ordinari (ieri +80).

 

IL BOLLETTINO ASREM DEL 15 SETTEMBRE

– 101 i casi attualmente positivi (80 nella provincia di Campobasso, 19 in quella di Isernia e 0 di altre regioni)

– 576 sono i tamponi positivi (469 nella provincia di Campobasso, 87 in quella di Isernia e 20 di altre regioni)

– 36757 i tamponi eseguiti di cui 34791 negativi. 1383 i tamponi di controllo

– All’ospedale Cardarelli di Campobasso 4 ricoverati: 3 in Malattie Infettive (2 della provincia di Campobasso e 1 di quella di Isernia) e 1 in Terapia Intensiva

– Sono 97 i pazienti in isolamento domiciliare (95) o dimessi dalla struttura ospedaliera in quanto asintomatici e clinicamente guariti (2)

– 452 pazienti dichiarati ufficialmente guariti (371 della provincia di Campobasso, 63 di quella di Isernia e 18 di altre regioni)

– 23 i pazienti deceduti con Coronavirus (16 della provincia di Campobasso, 5 di quella di Isernia e 2 di altra regione)

– 595 le visite domiciliari effettuate dalle Usca (324 Bojano, 107 Larino e 164 Venafro)

– 136 soggetti in isolamento e 0 in sorveglianza

 

Questa la mappa aggiornata del contagio in Molise

CAMPOBASSO 45 – FERRAZZANO 7 – TERMOLI 6 – VENAFRO 5 – ISERNIA 5 – SANT’ELIA A PIANISI 3COLLE D’ANCHISE 3 – CAMPOLIETO 3 – GAMBATESA 3 – FORLI’ DEL SANNIO 2 – BOJANO 2 – MONTENERO DI B. 2 – MONTAQUILA 2 – SANT’AGAPITO 2 –CAMPODIPIETRA 2 – MIRABELLO SANNITICO 2 – MACCHIAGODENA 1 – ROCCHETTA A VOLTURNO 1 – CAROVILLI 1 – VINCHIATURO 1