Via l’acqua improvvisamente dopo giornata bollente, popolazione protesta: “Nessuno ha avvisato”

Più informazioni su

Rubinetti a secco a Guglionesi già dalle ore 19 e 30, e senza alcuna comunicazione. Inevitabile la protesta, che esplode sui social. La crisi idrica si fa sentire, e causa l’ennesima criticità, stavolta a Guglionesi dove pare una rottura temporanea dell’impianto di sollevamento abbia causato un disagio particolarmente evidente dopo una giornata segnata da temperature bollenti che hanno sfiorato i 40 gradi.

La conseguenza: intorno alle ore 19, 19 e 30 – a seconda delle zone del paese – l’acqua ha cominciato a scarseggiare, fino a esaurirsi del tutto Decine di cittadini, rientrati dal mare o da escursioni del sabato, sono rimasti “a secco”, con grave malcontento soprattutto perchè non hanno avuto alcuna comunicazione.

L’amministrazione non ha inviato note e la rabbia – comprensibile – esplode sui social, dove le persone lamentano un disagio enorme moltiplicata dall’assenza di comunicazioni e dalla impossibilità di fare una seppur minima scorta o di organizzarsi almeno per una doccia.

Una riflessione inevitabile riporta alla realizzazione del Molisano Centrale, l’acquedotto che trasporta l’acqua delle sorgenti del Matese fino in Bassomolise, e che evidentemente non ha risolto il problema. Resta il paradosso di una regione – il Molise – ricca di acqua dove tuttavia un vasto territorio soffre chiusure forzate e crisi idriche ogni qualvolta le temperature superano le medie stagionali.

Il problema della carenza idrica si fa sentire in diversi paesi. Anche a San Giacomo degli Schiavoni oggi situazione molto difficoltosa per quanto riguarda l’erogazione, di competenza di Molise Acque.

 

Più informazioni su