Quantcast

Tragedia sul cantiere a Pietracupa, muore operaio 21enne di Cercemaggiore

Il ragazzo è stato colpito da un gancio meccanico perdendo la vita sul colpo. Indagano i carabinieri di Bojano, il magistrato di turno ha già disposto l'autopsia sul corpo del ragazzo

Ancora una morte bianca in Molise, un altro ragazzo che perde la vita su un cantiere. E’ successo questo pomeriggio, 27 agosto, a Pietracupa. Un giovane di appena 21 anni di Cercemaggiore ha perso la vita travolto, da quanto si apprende, da un gancio meccanico mentre si trovava al lavoro su un cantiere per conto di una ditta di subappalto dell’Enel. Il giovane doveva installare dei pali per la rete elettrica.

cantiere incidente pietracupa

L’incidente sarebbe accaduto, beffa del destino, a ridosso della chiusura del cantiere, fissata alle ore 16.30. I colleghi del giovane C.F. hanno immediatamente chiamato i soccorsi dopo essersi accorti che il ragazzo era stato colpito da qualcosa ed era finito a terra. Purtroppo i soccorsi sono stati inutili, perchè quando l’ambulanza del 118 è giunta sul posto era già troppo tardi.

I carabinieri di Bojano hanno avviato gli accertamenti ed è scontata l’apertura di una indagine su quanto successo per l’accertamento delle eventuali responsabilità penali.

Il sostituto procuratore che procede è il dottore Gallucci che ha già disposto l‘autopsia. Sul posto dell’incidente sono al lavoro i Carabinieri della compagnia di Bojano e gli ispettori del Lavoro delegati dalla Asrem. Al momento non è stato disposto alcun sequestro del cantiere perché si sta cercando di ricostruire quello che è accaduto partendo dalle testimonianze. Mentre gli ispettori dell’ASL, specializzati in malattie del lavoro, si preoccuperanno di verificare se erano state rispettate tutte le norme relative alla sicurezza.

Secondo una prima ed ipotetica ricostruzione dell’accaduto il giovane è stato colpito da qualcosa, probabilmente una carrucola precipitata dall’alto. Per lui non c’è stato nulla da fare: è morto sul colpo.

cantiere incidente pietracupa

 

Solo a giugno un giovane 22enne di Bojano aveva perso la vita, schiacciato da una lastra di marmo, in un’azienda che produce materiale plastico a Pozzilli.