Test sierologici a personale scuola, qualcuno prenota e non si presenta: “Necessario avvisare”

Più informazioni su

Dopo la prima giornata di test sierologici al personale scolastico del Molise, la Regione Molise fa il punto e invita coloro che si prenotano a presentarsi sul posto per il test, così da non creare problemi.

“Buona l’affluenza grazie alla procedura messa in campo, in brevissimo tempo, dall’Asrem, a fronte di un notevole sforzo organizzativo e di personale, già peraltro assorbito dall’attività di emergenza Sars-Cov-2” si legge in una nota della Regione Molise.

Via ai sierologici, personale della scuola risponde all’appello: “Ho fatto il test per tutelare me e gli alunni”

“Agli utenti sottoposti a test è stato rilasciato referto medico attestante l’esito. Le attività hanno fatto registrare uno svolgimento regolare e sono stati evitati assembramenti o file. Allo stato attuale, non risultano criticità in merito al sistema di prenotazione dei test predisposto dall’Asrem e alla mail attivata allo scopo.

Soddisfazione è stata espressa agli operatori da parte del personale scolastico che si è recato presso gli ambulatori dedicati”.

Tuttavia qualche piccolo intoppo c’è stato. “Dall’Azienda sanitaria regionale arriva la segnalazione che diversi utenti prenotati non si sono presentati. Ciò provoca arresti nella catena delle attività e nella organizzazione degli ambulatori. Pertanto, l’invito rivolto a coloro che si prenotano è quello di presentarsi all’appuntamento, salvo improcrastinabili motivi familiari o di salute, da comunicare tramite mail dedicata.

Sebbene il test sia effettuato su base volontaria, l’appello che viene rivolto al personale docente e Ata è quello di aderire alla campagna di screening, perché più persone si sottopongono al test, più dati si riusciranno a raccoglie per riaprire le scuole in tutta sicurezza”.

Più informazioni su