San Basso 2020, edizione storica: la processione in mare cambia regole ma l’entusiasmo è alle stelle fotogallery

Porto semideserto ma grande attesa per un'edizione speciale della processione in mare a causa delle norme anti covid-19

Il colpo d’occhio sulla banchina del porto di Termoli è radicalmente diverso dalle edizioni precedenti, ma l’entusiasmo è alle stelle.

San basso porto termoli attesa

E’ una edizione che passerà alla storia quella di oggi, 3 agosto 2020, opportunamente rivista in considerazione delle regole anti covid e dunque con un pubblico contingentato e pochi ospiti sulle 20 imbarcazioni che stamattina hanno lasciato il molo per dirigersi al largo e aspettare il peschereccio ‘Romeo e Rosalia Papponetti’, quello sorteggiato per portare l’effigie di San Basso.

Il patrono di Termoli questa volta non sarà presente con la tradizionale statua accompagnata dalla banda fino sulla banchina ma con un quadro realizzato apposta per l’occasione. Anche questo rientra nelle norme di sicurezza che con la Capitaneria di Porto sono state valutate attentamente.

San basso porto termoli attesa

Imponente il lavoro dell’associazione San Basso 7.0 che alla fine è riuscita a ottenere una vera processione in mare, seppure soggetta a regole differenti. Un lavoro che va avanti da settimane e ha richiesto il grandissimo impegno degli organizzatori, i quali tuttavia sono riusciti a ottenere la prima delle manifestazioni religiose della estate 2020 proprio qui, a terra.

san basso magliette papponnetti

Ideali le condizioni del mare, calmo e privo perfino di increspature. La famiglia di armatori, originari di Ortona ma ormai trapiantati a Termoli da generazioni, è felice dell’onore concesso, che arriva per la terza volta dopo due passate edizioni nelle quali il peschereccio dei Papponetti ha portato la statua di San Basso. Le magliette per l’armatore Stefano Papponetti e per l’equipaggio sono state disegnate da Flavia e realizzate dalla Stamperia.

San basso porto termoli attesa

Sulla ‘Romeo e Rosalia Papponetti’ il vescovo della Diocesi di Termoli-Larino, mons. Gianfranco De Luca, e il sindaco di Termoli, Francesco Roberti.

Termoli, San Basso 2020

Il porto di Termoli è blindatissimo. Dalla rotonda di Giorgione a Rio vivo fino all’ingresso della Scala a chiocciola. Non si passa, è un imponente servizio d’ordine rappresentato da carabinieri e polizia fa in modo che nel piazzale del Porto e sulla banchina le persone siano un numero minimo, che rientra nelle norme di sicurezza anti assembramento.