Pulizia e decoro urbano, M5s: “Solo promesse elettorali. La città è nel degrado” foto

Il M5s termolese tuona contro l’Amministrazione comunale in merito alla questione del decoro e della pulizia della città e presenta una mozione a riguardo che verrà discussa in un prossimo Consiglio comunale.

Prima le ‘bordate’ per la discrasia tra “proclami elettorali” e realtà di un anno di amministrazione. “Dall’insediamento dell’attuale amministrazione, avvenuta a giugno 2019, è trascorso un anno.

Il programma elettorale dell’allora candidato Ing. Francesco Roberti, attuale Sindaco, a pagina 7 così recitava: Intendiamo lavorare per un comune ambientalmente sostenibile grazie a: buone pratiche che possono far diventare Termoli una città ecologicamente sostenibile, raccolta differenziata efficiente, prevedendo funzionali isole ecologiche in tutti i quartieri, ma anche bassi consumi energetici di acqua e di energia, densità di verde urbano, fonti rinnovabili ecc. Implementazione e monitoraggio ambientale. Valorizzazione del paesaggio. Riorganizzazione gestione di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani con una premialità  per i cittadini virtuosi. Riqualificazione delle aree verdi per una città a misura di bambino e quindi di famiglia. Bioedilizia. Riqualificazione degli spazi pubblici vincolando parte dei fondi degli oneri di urbanizzazione per l’ordine la pulizia e il decoro”.

Progetti e parole che, a detta dell’opposizione pentastellata, sono rimasti tali. “Il decoro della città qualifica decisamente la capacità amministrativa, ancora di più per questa attuale maggioranza che ne ha fatto una propaganda elettorale. Purtroppo va evidenziato che, nonostante l’approvazione delle tariffe TARI da applicare nell’anno 2020 e le promesse fatte, la città si presenta sporca. Coinvolta è tutta la città a rilevanza turistica.

In questi giorni di agosto, sui giornali on line di maggior tiratura, leggiamo articoli corredati da foto che evidenziano uno stato di sporcizia e degrado della città. Fatto ancor più grave è che tale situazione non investe solo la periferia ma addirittura il centro e il borgo vecchio, sito turistico e di interesse strategico per l’economia del paese. Centinaia sono le segnalazioni che pervengono dai cittadini coadiuvate da foto e video in nostro possesso”.

Di alcune di queste, relative in particolare a Largo Tornola e via Duomo, si era recentemente occupato proprio Primonumero, raccogliendo le lamentele di residenti e commercianti.

“Avevamo già depositato una mozione per l’implementazione delle fototrappole che questa maggioranza ha inteso rigettare perché a suo dire superata, ma il problema ad oggi, non è stato risolto.

Un capitolo a parte – proseguono i consiglieri 5s – merita il discorso della pulizia della spiaggia. Anche qui le segnalazioni che pervengono sono innumerevoli. Alcuni tratti di spiaggia libera sono costantemente occupati da mucchi di rifiuti e detriti raccolti spesso da liberi cittadini con senso civico e amore verso il territorio”.

 

Quindi la richiesta di un cambio di rotta. “È necessario cambiare modus operandi. Occorre che questa amministrazione attui il programma elettorale con cui si è presentata alle elezioni, controlli costantemente il territorio, raccolga le segnalazioni fatte dai cittadini stessi, utilizzando sistemi che consentano al cittadino di interfacciarsi direttamente con l’amministrazione. Non dobbiamo dimenticare che è l’ente ad essere al servizio del cittadino, non viceversa.

Il problema del decoro urbano comprende non solo la pulizia della città, ma anche la manutenzione degli spazi verdi, la gestione delle affissioni,  l’illuminazione, lo stato del manto stradale e tanto altro, tutti temi sui quali chiediamo un preciso impegno per la valorizzazione del nostro territorio”.

Poi un affondo anche sulla Bandiera Blu. “La questione non è di scarsa rilevanza anche in merito alla tanto anelata ‘bandiera blu che ricordiamo non essere stata conferita a Termoli neanche quest’anno. All’uopo è d’obbligo evidenziare che i criteri internazionali per ottenere la bandiera blu, sono diversi e riguardano l’educazione ambientale, l’informazione,  la qualità delle acque, la gestione ambientale, la sicurezza e i servizi relativi”.

 

Dunque la mozione, protocollata nella mattinata odierna, con richiesta di porre la questione all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale. In essa si chiede a Sindaco e Giunta di: promuovere  iniziative pubbliche volte a informare e sensibilizzare i cittadini al rispetto delle norme ambientali  di prevenzione, preparazione per il riutilizzo, riciclaggio, recupero di  energia, smaltimento.

Ancora, di attuare buone pratiche, monitorare e offrire servizi idonei a far diventare Termoli una città pulita ed ecologicamente sostenibile.

E poi di riorganizzare la gestione di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani con una premialità per i cittadini virtuosi.

Inoltre si chiede di riqualificare le aree verdi per una città a misura di bambino creando anche aree gioco nei vari quartieri, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nei quartieri di Difesa Grande, Colle della Torre, Piazza del Papa, Rio Vivo, Porticone, Via Po, Zona artigianale, ecc.

Infine di riqualificare gli spazi pubblici vincolando parte dei fondi degli oneri di urbanizzazione per l’ordine, la pulizia e il decoro.