Quantcast

Non solo vino, anche il cocktail è nostrano: a Bagnoli si fa il Gin e nasce il ‘Molise mule’

Dalle bacche di prugnolo nascono tre tipologie di Gin. Presentazione con ospite d’eccezione il bartender molisano Charles Flamminio che proporrà una miscela speciale

Chissà che il prossimo Gin Tonic servito in uno dei tanti bar della nostra regione non possa avere un ‘gusto’ nostrano. Possibile, visto che si appresta ad arrivare sul mercato il primo Gin molisano, prodotto direttamente a Bagnoli del Trigno, il centro in provincia di Isernia, già noto per le produzioni legate al prugnolo selvatico. E dopo i liquori di prunus, ecco il Gin realizzato grazie alle conoscenze scientifiche di due realtà del territorio: Biogroup e Officine Naturali.

Le tipologie di Gin sono tre: “una più secca, l’altra più versatile, ed uno ‘Sloe Gin’ che scomoda e prende spunto da precedenti storici: mutuando le basi da esperienze farmaceutiche, come i suoi ‘antenati’ che nei secoli scorsi sono nati in Olanda o in anche in Italia, in provincia di Salerno” si legge in una nota ufficiale dei produttori.

Prunus prugnolino bacche

“Uno degli ingredienti essenziali nella ricetta dello Sloe Gin molisano è rappresentato infatti dal prugnolo (le drupe di prunus spinosa), stesse drupe che sul profilo scientifico sono nella formula brevettata di integratore oggetto di studio e approfondimento in collaborazione con l’ISS, per quanto riguarda le sue potenzialità antitumorali.

Pianta molisana anticancro: studi confermano proprietà benefiche

Il prugnolo (le drupe di prunus spinosa), il corniolo, la melissa, la salvia, l’elicriso, la lavanda che troviamo nella formula dei nuovi gin molisani, sono tutti prodotti in Molise. A Bagnoli e a Km zero”.

gin molise bagnoli

Ma c’è di più, perché il progetto nasce coinvolgendo un bartender d’eccezione, ormai da anni stabilmente nella top ten dei migliori d’Italia: il molisano Charles Flamminio, nato a Campomarino ma con base professionale a Rimini, e frequentemente in tournee nel mondo.

“È un onore per me partecipare ad un progetto che riguarda un gin tutto molisano” – ha detto Flamminio, che oggi, martedì 18 agosto sarà la star di una serata-evento in cui saranno presentate ufficialmente le bottiglie di “Bellamaria”, “Duchessa” e “Incendio”. Nomi rappresentativi della storia del paese, che si ispirano a fatti e personaggi evocativi del tempo che fu.

Stasera la piazza “Castello” della Domus Area di Bagnoli del Trigno sarà un “bar sotto le stelle”, con i nuovi gin molisani protagonisti nella miscelazione d’autore di Charles Flamminio. Durante tutta la serata il bartender proporrà in degustazione sei cocktail, tra standard e innovazione. Tra questi anche un inedito “Molise Mule”, che reinterpreta in chiave locale la formula ispirata alla città di Mosca.

L’erba di Bagnoli, il borgo che ha scommesso sulle sue piante. “Una holding da 240 prodotti”