MoliseCinema omaggia lo scrittore molisano Giose Rimanelli

Più informazioni su

Nella giornata di domani, sabato 8 agosto, MoliseCinema rende omaggio a Giose Rimanelli, lo scrittore molisano, nativo di Casacalenda, autore del romanzo Tiro al piccione, da cui Giuliano Montaldo trasse il suo primo film nel 1961. Il film è stato recentemente restaurato dalla Cineteca Nazionale e racconta le vicende di un giovane dall’incerta collocazione politica che aderisce nel 1943 alla Repubblica di Salò. E’ interpretato da Jacques Charrier, Eleonora Rossi Drago, Gastone Moschin, Francisco Rabal, Sergio Fantoni.

Al termine della proiezione ci sarà una conversazione su Rimanelli e Montaldo con Norberto Lombardi, Sebastiano Martelli e Raffaele Rivieccio.

Per i documentari in concorso continua la visione su MYmovies, con i film disponibili per 24 ore a partire dalla prima proiezione.

Alle 17.30 in streaming nella sala virtuale di Molisecinema su www.mymovies.it per il concorso Documentari La nostra strada di Pierfrancesco Li Donni. Protagonisti 4 adolescenti palermitani che vivono alla periferia della città. Tra la scuola e il lavoro, i primi amori e la famiglia, i protagonisti si affacciano all’adolescenza andando in cerca della loro strada.

film

Alle 21 chiude la sezione Frontiere. Faith di Valentina Pedicini. Un film che indaga le motivazioni profonde di una scelta radicale, le ragioni della devozione a partire da una comunità di monaci cristiani inclini alle discipline orientali.

faith

Dalle 19 sempre in streaming i corti italiani Tropicana di Francesco Romano, Inverno di Giulio Mastromauro, vincitore ai David di Donatello, Fulmini e saette di Daniele Lince, Il ritratto di Francesco Della Ventura, Indimenticabile di Gianluca Santoni, e Supereroi senza superpoteri di Beatrice Baldacci.

In Arena alle 20.45 sarà proiettata una selezione di corti italiani e internazionali in concorso e alle 21.30 per Paesi in lungo Un divano a Tunisi di Manele Labidi, con Golshifteh Farahani. Un film franco-tunisino, ambientato sullo sfondo della Primavera Araba. Selma, una giovane psicanalista forte e indipendente, cresciuta a Parigi con il padre, decide di tornare nella sua città d’origine per aprire uno studio da psicanalista, ma forse per una donna è ancora troppo presto.

film

Alle 22.30 chiuderà la penultima giornata l’incontro musicale con Liana Marino sulle canzoni d’autore nel cinema.

Il Festival, diretto da Federico Pommier Vincelli, il Festival è organizzato dall’Associazione MoliseCinema. Promosso da Regione Molise e Comune di Casacalenda, ha il patrocinio e il contributo del MiBACT – Direzione Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Più informazioni su