MoliseCinema in mascherina, partito il Festival in piazza e streaming. Giovedì arriva Favino, ma è già tutto esaurito

Il mondo del cinema si scrolla di dosso la paura del Covid e si rimette in moto. In Molise, da questa settimana, e poi a Venezia, a settembre, ripartono pure i Festival. Lo fanno nel segno della responsabilità di chi organizza e di chi partecipa. MoliseCinema, a Casacalenda, é partito ieri, con presenze controllate e moderate e gran parte della programmazione in streaming. Il programma è ricco di grandi film e interessanti contenuti che spaziano, come sempre, dalla letteratura, all’arte, alla cultura.

Ieri subito l’omaggio al grande Fellini, nel centenario della nascita. All’arena è stato proiettato lo slideshow ‘Fellini e le donne’ a cura della Fondazione Fellini di Sion (presente Federico Grandesso). Al cinema teatro intanto erano già partiti i corti, mentre in serata, sempre all’arena proiezione del primo lungometraggio: “L’immortale” di Marco D’Amore, con Marianna Robustelli (foto sotto) giovane attrice napoletana che ha incontrato in presenza il pubblico del Festival, accompagnata dal direttore artistico Federico Pommier.

Marianna Robustelli molise cinema

I presenti hanno potuto assistere pure al vernissage di una mostra d’arte, “L’ultimo lustro” a Palazzo Caradonio. In esposizione le opere di Giulio De Gennaro, artista oltre che giornalista e fotoreporter. Sue le prime crude immagini dalla caserma Diaz al G8 di Genova. Accolgono la mostra i locali dello studio casacalendese del Maestro Baldo Diodato, curatore per l’occasione.

 

Il Festival è visibile su  www.mymovies.it  seguendo le regole del protocollo di sicurezza: distanziamento, capienze ridotte, prenotazioni, registrazione degli spettatori, sanificazione continua degli spazi di proiezione, nessun ospite straniero e gli italiani ridotti dell’80 per cento. Proseguire il cammino che ha portato alla maggiore età (18esima edizione), insomma, ma proseguire con giudizio.

mascherina molise cinema

Nella foto le mascherine con il logo, simbolo di un’estate che non rinuncia all’intrattenimento, sebbene fissata ai paletti della sicurezza. Al formale e sostanziale rispetto delle norme anti Covid, dovrà necessariamente corrispondere la partecipazione responsabile del pubblico che avrà in questo modo l’opportunità di accompagnare lo svolgimento della rassegna e scrivere un’altra pagina di grande cinema nelle piazze in Molise.

 

I luoghi sono quelli di sempre: l’Arena grande e il parco cinema di piazza Nardacchione, il cinema teatro, palazzo Caradonio e quest’anno anche la sala virtuale di My movies con proiezioni online, questo l’indirizzo  https://www.mymovies.it/ondemand/molise-cinema/ e accesso gratuito previa registrazione. I film sono visibili per 24 ore dall’orario della prima proiezione.

Queste invece le indicazioni per seguire il Festival a Casacalenda. Per accedere alle proiezioni dell’Arena è necessario il biglietto di ingresso che si può ritirare, a partire dalle 19, presso i punti informativi del Festival.

È consigliato prenotare, sia per l’Arena sia per il cinema teatro, per un massimo di 2 persone. Si può prenotare fino alle 17 del giorno di proiezione. Le prenotazioni sono conservate fino a 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo (prima proiezione o evento). Per prenotare inviare una mail a: prenotazioni@molisecinema.it contenente, nell’oggetto, il titolo del film e nel testo la data e il numero di persone. Ingresso arena: 3 euro. Cinema-teatro: accesso gratuito su prenotazione.

Accredito Festival: 12 euro. Il rispetto di tutte le regole sarà l’unica via per garantire il massimo della sicurezza di un Festival che si annuncia frizzante, con la proiezione di tutti i film del momento,  compreso Favolacce dei fratelli D’Innocenzo (ultimo giorno, domenica 9 agosto, ci sarà l’attrice Barbara Chicchiarelli). E ancora L’immortale, ieri sera, Martin EdenFigliBunuel – Nel labirinto delle tartarugheMaternal e un Divano a Tunisi.

il traditore favino

Ma l’evento probabilmente più atteso sarà domani sera, alle 20,30, quando ci sarà l’attesa presentazione del libro che racconta il grande Pierfrancesco Favino. L’attore (vincitore dell’ultima edizione del David di Donatello per la sua interpretazione ne Il Traditore) sarà presente ma l’evento è già sold-out. Domani, 6 agosto, la 18a edizione di MoliseCinema ospita dunque uno tra i più talentuosi e versatili interpreti del nostro cinema a cui il festival dedica il libro “Pierfrancesco Favino. Collezionista di anime”, a cura di Fabio Ferzetti e Federico Pommier Vincelli. Alle 20.30, nell’Arena del Festival di Casacalenda, si terrà la presentazione del libro, evento che in poco tempo ha fatto registrare il tutto esaurito e e non è più possibile prenotare l’evento. L’incontro sarà comunque trasmesso in diretta Facebook sulla pagina del Festival e potrà essere seguito a distanza. Si tratta del terzo volume di “Pagine di MoliseCinema”, la collana editoriale del Festival edita da Cosmo Iannone Editore.

Il libro ripercorre la carriera dell’attore attraverso 11 saggi critici e le testimonianze di registi e colleghi. Tra queste un testo di Marco Tullio Giordana e interviste a Marco Bellocchio, Giuliano Montaldo, Ferzan Ozpetek, Kasia Smutniak e Maria Sole Tognazzi.

Giose rimanelli e sebastiano martelli

Poi ancora tanti altri eventi, tra i quali spiccano gli omaggi a Fellini e al ‘nostro’ Giose Rimanelli (in foto con Sebastiano Martelli) con una retrospettiva di Tiro al piccione, di Giuliano Montaldo, da vedere finalmente restaurato.

Per l’intero programma e tutti i titoli in concorso ecco il link http://molisecinema.it/il-programma/edizione-2020