Migrante in fuga bloccato alla fermata dei pullman. Negativi al tampone i due arrestati foto

E’ un 37enne che questa mattina approfittando della fuga degli altri due connazionali poi arrestati dalla polizia, durante i controlli successivi non risultava all'appello assieme ad altri ospiti del Cas. Soltanto lui per ora è stato rintracciato alla stazione dei bus presso un centro commerciale del capoluogo

Dopo la mattinata convulsa vissuta al centro di accoglienza per migranti di Campolieto, con l’arresto dei tunisini e l’aggressione ad altrettanti agenti, durante i controlli successivi a quei momenti, all’appello risultano mancare alcuni migranti che censiti all’arrivo nei pressi dello stadio Selvapiana il 31 luglio scorso ora non sono più presenti nella struttura

Così questa mattina, forse approfittando dei momenti di concitazione vissuti durante l’inseguimento ai due connazionali, alcuni devono essere riusciti a fuggire e ad eludere quindi i controlli.

Sono state diffuse le foto e le generalità per consentire a tutte le forze in campo di ritrovarli e nel pomeriggio una pattuglia ha rintracciato uno di loro, un 37enne tunisino, mentre alla fermata dei bus di un centro commerciale di Campobasso stava provando a fuggire. Dopo essere stato fermato, è stato portato di nuovo nella struttura e sottoposto a tutte le procedure per le violazioni di cui si è reso autore.

Intanto i due tunisini arrestati perché oltre alla fuga hanno aggredito due agenti causando loro diverse ferite, sono risultati negativi al covid dopo il tampone cui sono stati sottoposti.

Domani mattina inoltre saranno giudicati con rito direttissimo e dovranno rispondere dei reati di lesioni, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. Del caso si occupa il sostituto procuratore Giuliano Schioppi che sta coordinando gli accertamenti investigativi.

L’area di Campolieto è presidiata dagli uomini del Reparto Mobile della Polizia arrivati da Firenze, dai Carabinieri, dai baschi verdi della Guardia di Finanza e dal personale della Digos, che sono riusciti a riportare un clima di relativa calma nella struttura e nella zona circostante.

Solidarietà agli agenti di polizia che nell’esercizio delle proprie funzioni sono intervenuti per interrompere la fuga dei due migranti di nazionalità tunisina allontanatisi dal centro di accoglienza ‘Il tratturo’ di Campolieto” ha dichiarato l’esponente al Senato del MoVimento 5 Stelle, Fabrizio Ortis. “Dobbiamo vigilare attentamente su queste dinamiche – le parole del senatore – Chi arriva in Italia deve essere accolto, ma non può esimersi dal rispettare le nostre leggi e dal comportarsi secondo i principi sanciti dal nostro Stato di diritto”.