‘Mare sicuro’, 22 persone soccorse e multe per 55mila euro nei primi 2 mesi

È di 22 persone soccorse, oltre 50 sanzioni e multe per 55mila euro il primo bilancio della stagione estiva da parte della Capitaneria di porto di Termoli.

Continua infatti l’attività di sicurezza balneare e di contrasto alle attività illecite condotta degli uomini della Guardia Costiera di Termoli lungo le coste del Compartimento Marittimo molisano e tremitese, per quella che è denominata operazione “Mare Sicuro”, in corso dal 15 giugno fino al 15 di settembre.

Dall’inizio dell’operazione sono state effettuate 8 operazioni di ricerca, assistenza e salvataggio, portando in salvo complessivamente 22 persone, con le 5 unità navali in dotazione alla Capitaneria di Porto.

Sono stati operati centinaia di controlli in materia ambientale, diportistica, demaniale, pesca, sicurezza della navigazione e balneare che hanno fatto emergere oltre 50 infrazioni, sanzionate con multe per un importo complessivo di circa 55.000 euro.

L’attività ha consentito di accertare violazioni sulle prescrizioni dell’uso del demanio marittimo dettate dall’ordinanza balneare regionale con contestazione di sanzioni per oltre 6.000 euro, l’accertamento di violazioni delle prescrizioni a tutela della sicurezza balneare per un ammontare complessivo di circa 2.500 euro di sanzioni contestate ed accertamenti sul diporto nautico per oltre 7.000 euro.

In relazione alla tutela del patrimonio ambientale son state accertate violazioni per oltre 4.100 euro di multa e l’accertamento con contestazione di 15 infrazioni alle norme sulla tutela dell’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti. 

Nei prossimi giorni, coincidenti con il periodo di maggior affluenza dell’estate a cavallo del Ferragosto, i servizi della Capitaneria di Porto di Termoli e della dipendente Delegazione di Spiaggia delle Isole Tremiti saranno raddoppiati per consentire a bagnanti e diportisti di godere del mare in serenità e nel pieno rispetto di regole/consigli utili.

Dalla Capitaneria ricordano sempre come “il mare, tutte le sue sfaccettature, vada sempre affrontato con il massimo e dovuto rispetto, attraverso un approccio civile e responsabile, tale da non arrecare a se stessi ed agli altri pregiudizio alcuno. In particolare quest’anno si ricorda, altresì, di porre in essere particolare osservanza alle disposizioni in materia di contrasto all’emergenza epidemiologica e distanziamento interpersonale, in relazione a quanto stabilito dalle disposizioni Governative e dagli specifici protocolli di sicurezza. Il rispetto di poche, ma essenziali, regole garantirà il godimento di una estate serena e felice per tutti”.

motovedetta capitaneria

Si ricorda, infine, che in caso di emergenza in mare è sempre attivo su tutto il territorio nazionale il “Numero Blu 1530”, un servizio gratuito per il cittadino, grazie al quale è possibile comunicare con il Comando della Capitaneria di Porto più prossimo alla località da cui avviene la chiamata di emergenza, anche se effettuata da telefonia mobile.