Quantcast

Lotta contro il fuoco, che lambisce abitazioni e cabina del gas. Mattinata di paura a Guglionesi foto

Nel paese bassomolisano torna l'incubo fuoco che tre anni fa seminò il panico tra la gente del centro abitato. Il forte vento di garbino e le altissime temperature stanno alimentando le fiamme, divampate nella zona del Belvedere. Ma la situazione è critica in varie zone del Molise, dove si contano 13 fronti in fiamme: 8 sono fuori controllo

Un incendio di grosse proporzioni ha interessato dalla tarda mattinata di oggi Guglionesi, lambendo anche le case del centro storico.

Generico agosto 2020

Spinto dalle raffiche di vento, il fuoco – che ha investito la zona sottostante il Belvedere – si è avvicinato pericolosamente al centro abitato e a poca distanza dalla cabina del gas. La popolazione, che ha chiamato i vigili del fuoco con decine e decine di telefonate, è scesa in strada attrezzata con pompe da giardino per fronteggiare il rogo nell’attesa prima che arrivassero le squadre di soccorso. Grande apprensione soprattutto per le abitazioni che si trovano in quell’area di Guglionesi.

Incendio guglionesi

Una nube ha oscurato il cielo del paese bassomolisano che, anche nell’estate 2017, visse un inferno di fuoco quando divampò un incendio che costrinse molte persone all’evacuazione. Lo stesso drammatico giorno in cui le fiamme funestarono anche lo stabilimento Fiat di Termoli.

I Vigili del fuoco sono stati prontamente chiamati e sono arrivati sul posto poco prima delle 12,30, nonostante anche stamattina siano impegnati su più fronti a causa del forte vento che, unito alle temperature roventi, da ieri sta provocando molti incendi. Il rogo principale a Guglionesi è stato al Belvedere, zona vicino al centro storico e particolarmente critica da questo punto di vista.

I soccorsi, rappresentati dai mezzi del 115, sono arrivati proprio nel momento cruciale dell’incendio che dall’area sottostante il Belvedere è stato spinto, alimentato dalle raffiche di vento bollente, fino al centro storico di Guglionesi, proprio la stessa zona dove già 3 anni fa un incendio di grosse proporzioni ha costretto a evacuare diversi residenti e impegnato il 115 in un difficile intervento che ha visto la partecipazione attiva di Protezione Civile e molti volontari cittadini. Oggi, 30 agosto, si rischia di ripetere la stessa scena soprattutto per il pericolo rappresentato dalla vicinanza, rispetto alle fiamme, della cabina del gas. Molti cittadini, prima dell’arrivo dei Vigili del Fuoco, si sono attrezzati autonomamente con pompe e hanno provato a fermare il fronte del fuoco.

Sulla base delle primissime verifiche pare che le fiamme siano partite esattamente dallo stesso punto dal quale, tre anni fa, si è sviluppato un incendio gravissimo, arrivato fino all’interno del paese. “Si, il punto è esattamente quello e il sospetto che ci sia una volontà dell’uomo più che legittimo” conferma Leo Antonacci, che il 24 luglio del 2017 era sindaco di Guglionesi e che aveva partecipato in prima persona alle operazioni di soccorso per spegnere le fiamme che, proprio come oggi, si erano spinte fino alla zona delle mura. Se il rogo sia doloso è ancora presto per dirlo, ma tutto farebbe pensare ad una azione mirata, messa in campo nella giornata purtroppo ideale per alimentare le fiamme, segnata da temperature roventi e un vento da nord ovest particolarmente insistente.

I carabinieri di Guglionesi hanno fatto liberare da tavolini e sedie, nonchè da tutte le auto parcheggiate a ridosso della villa comunale, la zona di Castellara, minacciata dal fuoco che arriva alle spalle.

I cittadini di Guglionesi, comprensibilmente preoccupati, hanno inoltre chiuso finestre per evitare che l’odore acre di fumo arrivi dentro le case. La fuliggine ha completamente oscurato il sole di questa domenica 30 agosto in cui spira un forte vento di garbino che ha reso l’aria irrespirabile.

 

Ma è stata una mattinata di fuoco in varie parti del Molise creando una situazione oltremodo critica. Si è atteso l’arrivo del canadair anche sul versante di Castropignano dove da ieri sera è divampato un grosso incendio e in mattinata ha ripreso forza a causa del forte vento. Sono stati in tutto 13 i fronti del fuoco nella mattinata odierna in mezzo Molise (provincia di Campobasso) con tutto il personale in azione (chiamato anche il personale del Comando di Isernia). Ma a metà giornata c’erano anche alcuni fronti, ben 8, fuori controllo perchè il personale non è abbastanza. La situazione più critica appunto a Guglionesi e Castropignano.

Più informazioni su