Ferragosto tra divieti e restrizioni: campeggio proibito vicino Bojano, ingressi ‘sorvegliati’ a Bosco Mazzocca e Campitello

Sarà un 15 agosto 'particolare', nel quale le regole per evitare i rischi di un contagio da Sars-Cov-2 condizioneranno le scampagnate in alcuni luoghi della provincia: il commissario prefettizio ha vietato il campeggio vicino all'eremo di Sant'Egidio. Multe per chi non rispetta il provvedimento. Ingressi contingentati invece nel bosco Mazzocca di Riccia dove sarà misurata anche la temperatura, mentre dovrà comunicare la targa della propria auto chi vuole raggiungere il pianoro di Campitello di Sepino. Controlli intensificati infine sul lago di Guardialfiera.

Dal Nord al Sud dell’Italia i nuovi contagi legati alla movida preoccupano. L’età media delle persone che contrae l’infezione da Sars-Cov-2 si è abbassata: attualmente è di 38 anni. Molti ragazzi rientrati, ad esempio, dalle vacanze all’estero hanno contratto il virus e favorito focolai in quasi tutte le regioni.

Il Molise è ancora immune e per continuare a tutelare la popolazione molisana il governatore Donato Toma sta pensando ad una ordinanza con cui imporre la quarantena a chi rientra pure dai Paesi della cosiddetta ‘area Schengen’ che comprende pure Spagna, Grecia, Croazia e Malta, gettonate mete di vacanze all’estero. Chi rientra da queste ultime quattro nazioni sarà sottoposto a tampone, come ha stabilito ieri sera con una nuova ordinanza il ministro della Salute Speranza.

 

Al tempo stesso, alla luce di questa escalation, visto che la prudenza non è mai troppa e che i giorni di Ferragosto sono quelli in cui spiagge e locali sono affollati, alcuni sindaci hanno deciso di correre ai ripari. Divieti sono stati predisposti, ad esempio, a Civitanova Marche, Pescara e a Melendugno (nel Salento). Sono stati cancellati eventi patronali, spettacoli in spiaggia e fuochi pirotecnici. E in questo il Molise non fa eccezione. 

Sono state imposte restrizioni o vietate le scampagnate nei luoghi in cui è impossibile garantire il rispetto delle disposizioni anti contagio. Anchè perchè nella nostra regione il pic-nic di Ferragosto è un classico, un momento irrinunciabile per famiglie e comitive di amici che spesso organizzano la classica grigliata. Quest’anno, purtroppo, a causa del covid, bisognerà fare delle rinunce e rispettare le disposizioni di legge: gli assembramenti sono vietati.

In base alle ultime disposizioni, tende, roulotte e camper dovranno essere posizionati all’interno di piazzole delimitate, in modo tale da garantire il rispetto delle misure di distanziamento: non meno di 3 metri. Nel caso di tavoli, sedie, lettini e sedie a sdraio la distanza dovrà essere di un metro e mezzo.

Nonostante ciò, a Bojano il commissario prefettizio Pigliacelli ha stabilito il divieto di campeggio, bivacco e accampamento vicino all’eremo di Sant’Egidio, oltre che nelle aree limitrofe dedicate al campeggio con tende e caravan. Dunque sarà impossibile accamparsi in tenda o dormire nel sacco a pelo, ma anche allestire attrezzature o costruzioni temporanee in cui dormire. Chi non rispetta tali sanzioni, prevede l’ordinanza firmata dal commissario, sarà sanzionato con una multa che va dai 25 ai 500 euro.

Decisioni diverse invece sono state prese in altri Municipi. A Riccia ad esempio il primo cittadino Pietro Testa ha stilato un apposito piano di sicurezza che il 10 agosto è stato inviato a Prefettura e Questura per il via libera prevedendo una serie di restrizioni a bosco Mazzocca, una delle località più frequentate nei giorni di Ferragosto. L’area naturalistica, che sarà sorvegliata dall’apposito personale per garantire l’ordine pubblico, sarà aperta al pubblico ma sarà consentito l’ingresso di 1500 persone al massimo che dovranno registrarsi. “Il campeggio sarà possibile – sottolinea a Primonumero il sindaco riccese – ma ovviamente bisognerà rispettare delle regole”.

sindaco di Riccia Testa

In pratica, spiega Testa, “dal 14 al 16 agosto 2020 è consentito usufruire dell’area pic nic del bosco Mazzocca, gratuitamente e nel rispetto delle regole previste da apposito piano di sicurezza anticovid. Le persone possono accedere all’area opportunamente delimitata e contingentata, per il numero massimo previsto dal piano, dopo aver misurato la temperatura corporea. Verranno dotate di apposito braccialetto identificativo”.

altopiano campitello di sepino fai

Per recarsi a Campitello di Sepino, una delle aree montane più belle della provincia, occorrerà invece comunicare il numero di targa della vettura con cui si arriva sul posto al Comune o alla Polizia locale di Sepino. Una misura stabilita dal sindaco Paolo D’Anello per tutelare la salute pubblica ed evitare i rischi contagi alla luce delle numerose presenze che si registrano sul pianoro: “Non abbiamo mai visto tanta gente come quest’anno che arriva a Campitello e ad Altilia. Ci chiedono costantemente di poter venire in questi luoghi. Parliamo di persone che arrivano da fuori regione e anche di stranieri, non solo di cittadini che sono originari di Sepino e tornano per rivedere la famiglia”. Infine, il sindaco fa una puntualizzazione sul ricorso al Tar presentato dall’agriturismo ‘Il rifugio del massaro’: “Avevo firmato un’ordinanza per chiudere la strada comunale che conduce al pianoro non per danneggiare qualcuno, ma solo per motivi di salute pubblica e contenere i rischi di un contagio”.

diga liscione

A Guardialfiera invece il sindaco Tozzi annuncia un inasprimento dei controlli da parte dei Carabinieri proprio per evitare gli assembramenti sul lago che a Ferragosto è preso solitamente d’assalto. Inoltre sarà potenziato anche il numero dei cassonetti per il conferimento dei rifiuti e per favorire la pulizia dell’area.

Sta valutando se emettere un’apposita ordinanza o limitarsi a rivolgere delle raccomandazioni alla popolazione il sindaco di Ripalimosani Marco Giampaolo. C’è un pizzico di preoccupazione per eventuali assembramenti che nel giorno di Ferragosto potrebbero verificarsi alle Quercigliole, storica località distante circa un paio di chilometri dal paese e che ogni anno – il 12 agosto – ospita il famoso Palio. Evento che ovviamente quest’anno è stato annullato proprio perchè era impossibile evitare la folla di persone che si raduna per partecipare alla festa e alla corsa dei cavalli.

Sarà possibile invece svolgere in tranquillità il pic-nic nella zona di San Massimo, Guardiaregia e Castropignano: i primi cittadini non hanno disposto particolari misure in vista del 15 agosto.