Città infestata dai topi, tra timori e rischi sanitari i residenti chiedono la derattizzazione

Ieri sera, 31 luglio, in via Longano a Campobasso, a poche decine di metri dal Consiglio regionale, è andata in scena una vera e propria 'caccia al topo' per la presenza di un nido in un cortile di un condominio. Urge l'intervento dell'amministrazione comunale per una disinfestazione approfondita visto che le segnalazioni si moltiplicano in questi giorni. Un esponente di Palazzo San Giorgio: "Non possiamo fare niente a quest'ora, dovremmo venire con la scopa?".

Dal centro storico al Cep passando per la zona dei Cappuccini e via Vico. Le segnalazioni di avvistamenti di topi e ratti sono frequenti e creano apprensione e timori legati ai rischi sanitari da parte dei residenti di diverse zone di Campobasso.

Topi via Longano

Alcuni di loro ieri sera, 31 luglio, sono stati impegnati in una sorta di caccia al topo dopo aver scoperto un nido formato dai roditori nel piccolo cortile di un appartamento di un condominio di via Longano. Ed è scattato il panico quando due topi stavano per entrare in un appartamento al piano terra, e uno è salito al primo piano lungo il canale di scolo.

A questo punto, armati di scope, pale e ramazze, i condomini hanno cercato di scacciare i roditori.

Topi via Longano

Intanto qualcuno ha provato a contattare le autorità preposte per capire come comportarsi e chi far intervenire. I vigili del fuoco in questi casi non intervengono. Quindi la telefonata a qualche rappresentante del Comune di Campobasso. Un’impresa alle 22 di venerdì parlare con qualcuno. Poi al momento della risposta la beffa: “Non possiamo fare niente a quest’ora, dovremmo venire con la scopa?”, le parole di uno degli esponenti dell’amministrazione comunale. “Per la derattizzazione bisogna seguire dei protocolli”.

Topi via Longano

E l’assessore all’ambiente Simone Cretella spiega: “I topi ci sono e d’estate prolificano quando le condotte sono vuote e risalgono in superficie. Le amministrazioni fanno la disinfestazione, noi le abbiamo moltiplicate negli ultimi tempi e anche negli ultimi mesi, ma non possiamo imboccare i singoli topi col veleno. Non esiste una derattizzazione assoluta. Chiaramente su segnalazioni puntuali si interviene in maniera puntuale, come fatto nelle zone centrali dove ci sono stati i maggiori avvistamenti”.

Topi via Longano

Per i residenti invece non si può più perdere tempo: bisogna aumentare le operazioni di derattizzazione e pulizia in una città che appare sporca, soprattutto nei quartieri interessati dalla raccolta differenziata dove la presenza dei bidoni e dei mastelli esternamente alle aree condominiali sono un facile richiamo per gli animali. E forse questo dovrebbe indurre l’amministrazione ad intensificare gli interventi di disinfestazione. Oppure i cittadini chiedono di aumentare i giorni in cui viene raccolto l’organico che attira gli animali. Altri dovranno contattare il ‘pifferaio magico’ per sperare di risolvere il problema?

La promessa finale di Cretella: “Nelle prossime ore intensificheremo le attività topicide con ulteriori interventi, – ha assicurato l’assessore – così come fatto nei giorni scorsi nella zona murattiane della città, al fine di contrastare questa fastidiosa presenza e limitare i disagi per i cittadini”.