Il tennis è ripartito: tra vittorie e conferme, il Molise si difende con le unghie

L'attività agonistica è ripartita. In primo piano la C con la permanenza nella serie dell’AT Campobasso. La D1 che prevede uno scontro Campobasso-Termoli.

Più informazioni su

Anche in Molise si è tornati a giocare a tennis. Ed è ripartita l’attività agonistica. Partita la Serie C con la permanenza nella serie dell’AT Campobasso, la D1 che prevede uno scontro tutto molisano tra L’AT Campobasso e Termoli, sono partiti i Campionati Veterani con l’O. 70 della Baita Ferrazzano che ha perso in finale contro la forte compagine pescarese di Prati 37, e l’AT Fontanavecchia di Campobasso che è in finale nell’O. 50 in casa degli aquilani di Contrada Cavalli.

Purtroppo non sono stati disputati i campionati a squadre Under per mancanza di squadre iscritte (forse qualche scelta scellerata da chi forse dovrebbe pensare a far giocare i ragazzi) e anche i Campionati regionali individuali Under hanno visto, solamente, 28 iscritti tra tutte le categorie (in totale 10).

Partiranno nelle settimane successive i campionati di D2, D3 e D4 che vedono altre squadre molisane ai blocchi di partenza. Passando all’attività individuale, pronto il 1 Torneo del Circuito Silla della stagione organizzato dai Prioriello’s al TC Bojano Due con un discreto montepremi (800 euro): si spera quest’anno di disputare almeno 4 tappe per poter finire finalmente con il Master.

Ritornando agli Under e ai Regionali ci sono da due atleti che oramai già da qualche anno fanno incetta di titoli anche a livello nazionale: Fernando Borrelli e Mario Castelli, entrambi tesserati con il CT Colletorto del Maestro Marco Paradiso che negli ultimi anni ha attraversato momenti difficili a partire dalla mancanza di campi che ha portato di conseguenza a non poter avere una scuola tennis riconosciuta come era stato sempre fatto negli anni passati e il non poter più svolgere quel Torneo Open che tante atlete aveva attirato nel corso delle varie edizioni. Marco Paradiso riesce sempre a tirare fuori dei piccoli talenti.

Ci sono le solite riconferme per Lara Colavecchia (u. 13 f.) e Martina De Lucrezia (u. 16 f.) dell’AT Campobasso, Edoardo Mascilongo (u. 16 m.) dell’AT Termoli, ma la sorpresa viene dell’unica competizione ad avere 7 atleti iscritti l’u. 13 maschile con il favorito Emanuele Papa che perde in finale abbastanza nettamente con il compagno di club del TC Bojano Due Luigi Di Biase. Delle altre finali disputate nell’u. 12 vincono nel femminile Barisciani dell’AT Campobasso e Masi nel maschile del CT Isernia, senza giocare perché unici iscritti nell’u. 11 maschile Romano (TC Bojano Due) e Pescolla u.14 f. (AT Campobasso).

Più informazioni su