Sulle spiagge libere di Termoli arrivano gli steward: vigileranno sul distanziamento

Il progetto ‘Spiagge sicure’ ideato per l’emergenza covid-19 sulle aree libere del litorale di Termoli arriva da domani a pieno compimento con l’introduzione della figura degli steward. Si tratta di 16 persone che dovranno vigilare sul rispetto del distanziamento fisico e il divieto di assembramento.

La gara indetta dal Comune di Termoli è stata vinta dalla società Isa Italia srl di Termoli per un importo di pcoo superiore a 38 mila euro. “Saranno a disposizione degli utenti e vigileranno che tutto avvenga in maniera corretta. In caso di mancato rispetto delle distanze potranno mandare delle segnalazioni agli organi competenti” ha specificato l’assessore al Turismo Michele Barile.

Ferrazzano e Barile

Si tratta di un ulteriore passaggio del progetto ‘Spiagge sicure’ che ha visto il Comune prendere a noleggio dei bagni chimici sistemati sia sul lungomare nord che a Rio vivo. “Il finanziamento complessivo della Regione Molise per bagni e steward è di 48mila euro” ha aggiunto Barile. In precedenza il Comune aveva presentato l’App ‘Quantisiamo’, con la quale monitorare il numero di presenze e l’eventuale affollamento sulle spiagge libere.

‘Immuni’ dagli assembramenti in spiaggia con l’app QuantiSiamo. In futuro potrà servire anche per bar e ristoranti

I 16 operatori della Isa Italia saranno presenti sulle spiagge libere più frequentate, quelle dove ci sono anche i paletti di distanziamento, per tutta la durata del mese di agosto.