Sport, laboratori e attività: a Casacalenda è partito il Kalena Summer Village

Il progetto, accolto con favore dal Comune, è stato proposto dalla Kalena 1924, con la guida di Emanuele Vassalli e la collaborazione di Koinè.

Kalena Summer Village. È questo il nome scelto per identificare il progetto di campus estivo – che si sta tenendo a Casacalenda dal 6 luglio e fino al’8 agosto – moderno, efficiente e perfettamente rispondente alle necessità di far tornare a stare insieme i bambini e i ragazzi, in un periodo così delicato come questo, ovviamente in sicurezz.

 

Sport, laboratori creativi, attività culturali. E ancora passeggiate naturalistiche, corsi di danza tradizionale e di canto, di cinema e fotografia e di cucina. Proiezioni, lezioni di inglese, insomma un campus da 10 e lode. Con tanto di piscina e campo in sabbia da Beach Volley.

Campus Casacalenda

Il progetto, proposto dalla Polisportiva Kalena 1924, con la sapiente guida di Emanuele Vassalli – organizzatore e pianificatore eccellente –, con la collaborazione della cooperativa Koinè diretta da Rosa Marcogliese che da anni si occupa accoglienza di minori non accompagnati e il patrocinio del Comune di Casacalenda nonché di tanti giovani volontari professionisti, si sta rivelando davvero completo.

sabrina lallitto sindaka casacalenda video

“I fondi che il Governo nazionale ha stanziato per il potenziamento delle attività dei campi scuola estivi saranno destinati ad attività come queste, e a questa in particolare – spiega la sindaca di Casacalenda, Sabrina Lallitto – perché progetti così complessi e di ‘grande ricchezza educativa’, capaci di coinvolgere non solo i ragazzi di ogni età (dai 4 ai 13 anni) ma anche molte delle associazioni presenti sul territorio, vanno sostenuti e premiati. È importante che i genitori si sentano sicuri, che i ragazzi si divertano e apprendano cose nuove ma anche che le regole, specialmente in questo periodo, sono fondamentali per la ripresa di tutte le attività che loro amano, in primis la scuola”.

Campus Casacalenda

Il progetto è stato accolto dall’amministrazione con grande entusiasmo e partecipazione, perché si è presentato immediatamente ricco e perfettamente adatto alle esigenze dei nostri piccoli cittadini. Il numero di ragazzi iscritti al progetto cresce ogni giorno, segno che si sta andando nella direzione giusta.

 

“Nonostante le difficoltà e le complessità di gestione di un progetto come questo, ci impegniamo affinché questo “modello” possa essere preso d’esempio da altri e, per il Comune di Casacalenda, diventi appuntamento fisso ogni anno – commenta Emanuele Vassalli, mente e braccio organizzatore del progetto. Questo è il momento dei bambini e dei ragazzi, è il momento di restituire loro spazi, attività, spensieratezza, amicizie e tutti quei momenti di cui sono stati privati”.