Scuola più sicura, riprendono i lavori di adeguamento sismico

Dopo il lockdown, la ditta incaricata dall'amministrazione guidata da Marco Giampaolo avvia la terza tranche dell'intervento

“Dopo il lockdown la ditta ha ripreso a lavorare quando è stato consentito dalla legge. Ed essendo chiusa la scuola ha potuto agire più liberamente in alcune aree della struttura”. Così il sindaco di Ripalimosani Marco Giampaolo fa il punto sui lavori di adeguamento sismico, cominciati all’inizio dell’anno e che stanno interessando l’istituto ‘Dante Alighieri’.

Il termine è previsto da cronoprogramma per l’agosto del 2021, ma la speranza dell’amministrazione comunale è che la ditta possa finire anche prima. Questo significa che si lavorerà tutto il prossimo anno scolastico.

“Ma in ogni caso – spiega il primo cittadino – secondo i piani di lavoro non si sarebbero verificati grandi disagi per la didattica, per la quale si sarebbe verificato al massimo qualche spostamento di aula. Da settembre le zone di attività scolastica e dei relativi servizi non saranno più interessate, quindi, Covid permettendo, non ci saranno intoppi”.

Si tratta del terzo ed ultimo intervento di adeguamento sismico, una successione determinata chiaramente dalla disponibilità dei fondi. Tre tranche che hanno toccato l’edificio in tutte le aree e in tutte le strutture: un primo appalto da 700mila euro nel 2009 sui solai; un secondo da 250mila nel 2015 sulle strutture portanti, il terzo, quello in corso, il più consistente. L’investimento è infatti pari a 1milione e 200mila euro e riguarda ulteriori opere di adeguamento sismico a solai, murature portanti, vano ascensore, interrato, fondazioni, scala.

 

Con questo terzo intervento la scuola “Dante Alighieri” di Ripalimosani è stata adeguata sismicamente e risponde ai parametri richiesti dalla legge. “Quelli portati a termine sono lavori onerosi e lunghi – conclude il primo cittadino – ma essenziali soprattutto nella nostra regione che presenta elevati livelli di rischio. La sicurezza e il benessere dei nostri bambini è sempre stata e resta uno dei pilastri della nostra amministrazione comunale. Aver terminato oggi questo percorso di civiltà ci rende ancora più fieri di essere ripesi”.