Schianto contro pullman: muore Antonio Di Stefano, ex sindaco di San Giuliano. Dimessi tutti i feriti

L'uomo aveva svolto la carica di primo cittadino negli anni Novanta. Sottoposto ai test di rito il giovane autista del mezzo pesante. Dimessi e in buone condizioni tutti e 9 i feriti. I carabinieri stanno cercando di ricostruire la dinamica

Uno schianto contro un autobus prima delle 7 del mattino lungo una provinciale percorsa chissà quante volte. È così che Antonio Di Stefano, 65enne ex sindaco di San Giuliano di Puglia, è morto questa mattina 17 luglio lungo la strada provinciale 148 in territorio di Rotello, in un tragico incidente stradale che ha visto il ferimento dell’autista del pullman della società Silvestri e di 8 pendolari del Nucleo industriale di Termoli, tutti residenti nell’area del Fortore. E tutti, per fortuna, in buone condizioni. Per nessuno di loro infatti si è reso necessario il ricovero in ospedale e, dopo le prime cure in pronto soccorso (6 al San Timoteo e 3 al Cardarelli) sono stati dimessi. In totale si tratta di 9 persone, tutte residenti nei comuni del Fortore e lavoratori presso la Fiat.

Tragedia sulla Provinciale 148, muore conducente dell’auto finita contro un bus. 9 feriti, sono lavoratori Fiat

I carabinieri stanno approfondendo le verifiche sul caso, a cominciare dalla dinamica dello scontro. Per il momento non vengono avanzate ipotesi di alcun genere ma appare chiaro che uno dei due veicoli ha invaso l’altra corsia. La vettura, una Fiat Grande Punto, risulta completamente sventrata nell’impatto col mezzo pesante e ha poi terminato la corsa contro il guardrail sul proprio lato di marcia.

L’autobus invece si è arrestato sul lato opposto, ma questo non significa che sia stato il mezzo pesante a invadere l’altra corsia.

Al vaglio le testimonianze dell’autista, ricoverato in ospedale insieme con altri 8 viaggiatori, nonché appunto degli stessi pendolari rimasti coinvolti mentre tornavano a casa dopo il turno di notte sul posto di lavoro. L’autista del mezzo, un 30enne di Santa Croce di Magliano, è stato sottoposto ai test per valutare le sue condizioni psicofisiche al momento dell’incidente. Test di rito in casi come questo, per poter escludere qualsiasi ipotesi.

incidente mortale autobus rotello

Non si può escludere che Di Stefano abbia avuto un malore. Starà al magistrato di turno alla Procura della Repubblica di Larino la decisione su una eventuale autopsia.

In pensione dopo una vita da impiegato a Campobasso, sposato e padre di due figli adulti, Di Stefano era stato sindaco dal 1990 al 1995, quindi per un solo mandato, prima che San Giuliano di Puglia divenisse nota per il terremoto del 2002.

Un ruolo che giocoforza lo aveva reso una persona molto conosciuta in paese, dove oggi la notizia ha scioccato i residenti.