Risparmio energetico e mobilità sostenibile, contributo a fondo perduto per i piccoli Comuni

Il senatore del M5S, Fabrizio Ortis: “Il contributo servirà a finanziare interventi come l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici". In Molise saranno 68 i Comuni che potranno approfittare dell’opportunità, 37 della provincia di Campobasso e 31 della provincia di Isernia.

Il Governo destina 37 milioni di euro, come contributo a fondo perduto, a circa duemila piccoli Comuni italiani. Ne beneficeranno anche 68 centri molisani al di sotto dei mille abitanti. A cosa serviranno questi soldi? Alla realizzazione di opere di efficientamento dell’illuminazione pubblica, risparmio energetico degli edifici pubblici, installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, nonché interventi per la mobilità sostenibile.

Lo rende noto il portavoce al Senato del MoVimento 5 Stelle, Fabrizio Ortis, dopo la recente firma del decreto ad hoc da parte ministro per lo Sviluppo economico Stefano Patuanelli. Per beneficiare dei fondi occorrerà avviare i lavori entro il 15 novembre 2020, pena la decadenza del contributo.

Il decreto è in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, mentre le modalità di fruizione delle risorse saranno definite con un successivo provvedimento ministeriale. In Molise saranno 68 i Comuni che potranno approfittare dell’opportunità – 37 della provincia di Campobasso e 31 della provincia di Isernia – per rendere più sostenibile il territorio e modernizzarlo, senza perdere troppo tempo.

“Il contributo, di pari importo per ogni ente locale beneficiario – spiega Ortis – servirà a finanziare interventi importanti e necessari, quali l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici e l’abbattimento delle barriere architettoniche”.