Le rubriche di Primonumero.it - L'Ospite

L’acqua, il seme e il terreno

Più informazioni su

di don Mario Colavita

 

L’acqua, il seme e il terreno sono gli elementi per entrare nella vita nel regno di Dio e comprendere come si muove e cresce.

L’acqua è la vita: Nella terra santa l’acqua è vitale senza si rischia la morte. Città, villaggi, regni, civiltà hanno sempre avuto a che fare con l’acqua. Una città, ad esempio o si edificava vicino a corsi d’acqua era impossibile la sua sussistenza. La stessa Gerusalemme sorge nei pressi di alcune sorgenti.

Dio è l’acqua, la sua parola che viene dal cielo fa vivere come la pioggia fa vivere il terreno, le piante, l’uomo. Il profeta Isaia scrive: “così sarà della mia parola uscita dalla mia bocca: non ritornerà a me senza effetto, senza aver compiuto ciò per cui l’ho mandata” (Is 55,11).

La Parola di Dio è vitale per crescere senza diventiamo esseri inanimati destinati alla morte interiore.

La forza della parola è nella capacità di accoglierla e farla fruttificare.

Il discorso di Gesù attraverso le parabole vuole aiutarci a comprendere chi siamo, come un test che tipo sono io difronte alla parola di Dio.

Il centro della parabola del seminatore non è il seme (la parola di Dio che ha in sé la forza) ma il terreno e il terreno è ogni uomo, uno diverso dall’altro.

Vari tipi di terreno determinano il frutto della parola. Forse è tempo di smetterla di nasconderci dietro quella orribile espressione di essere “cristiani non praticanti” che si traduce meglio in cristiani ignoranti, si ignorare che terreno siamo ci pregiudica la raccolta.

Il seme, nonostante tutto viene sparso, sta a noi preparare il giusto terreno, le nostre disposizioni interiori, le nostre aperture a Dio, il nostro tempo dedicato alla lettura e ascolto della parola.

Il maligno di cui parla Gesù sono i nostri egoismi e chiusure alla parola l’essere dominati dal potere per “poter” comandare e sopraffare. Gesù al capitolo 5 dice: “il vostro parlare sia si, si, no, no, il di più viene dal maligno”.

Leggere questa pagina di vangelo ci fa bene per un chiaro e vero esame di coscienza personale e comunitario.

La Parola di Dio è veramente l’acqua che ci fa crescere, senza diventiamo secchi, aridi, cristiani bigotti con la mascherina!

Più informazioni su