La spiaggia di RioVivo esplode nell’anno della pandemia. “Mai una richiesta di stagionali così alta” – VIDEOINTERVISTA

Le domande per ombrellone e lettino sul lungomare sud di Termoli sono triplicate, complice la percezione dello spazio su una spiaggia che da sempre si caratterizza per la sua ampiezza. Fioccano le prenotazioni stagionali e settimanali, tanto che alcuni gestori si sono dovuti organizzare con acquisti di lettini all'ultimo momento per soddisfare la clientela, mai così numerosa come in questa estate, che sembrava non dovesse decollare e invece...

Secondo i pronostici di solo due mesi fa questa doveva essere l’estate peggiore di sempre. Ma la realtà ha smentito qualsiasi previsione. A Rio Vivo, litorale sud di Termoli dove il distanziamento fra gli ombrelloni è sempre stata una caratteristica della spiaggia (particolarmente spaziosa), non ci sono mai state tante prenotazioni per la stagione come in questo anno, il 2020 segnato dalla pandemia.

Edenia rosati

A raccontarcelo è Edenia Rosati, che da 8 anni gestisce il Bahia Azzurra, uno degli stabilimenti che si trovano sul lungomare di RioVivo, tradizionalmente meno frequentato rispetto al “fratello” a nord del porto.

Non può sfuggire, in queste ultime due settimane di spiagge affollate, la rivincita di Rio Vivo, dove il timore di vivere il mare in tempi di contagio trova un correttivo sostanziale nello spazio tra un ombrellone e l’altro, fra un lettino e l’altro. E dove hanno “traslocato”, almeno per quest’anno, anche alcuni clienti abituali dei lidi di Sant’Antonio.

Le prenotazioni sono alle stelle un po’ in tutti gli stabilimenti, dove si convive senza difficoltà con le regole imposte dal Covid, a cominciare dall’utilizzo della mascherina negli spazi comuni e dall’obbligo di rispettare il numero massimo di fruitori sotto lo stesso ombrellone.