Il progetto molisano “Leggere Lib(e)ri” al 4° posto in un bando nazionale

Più informazioni su

“Leggere Lib(e)ri” si è classificata al 4° posto, pari merito, nella graduatoria nazionale dei 24 progetti vincitori del bando “Leggimi 0-6“ del Centro per il libro e la lettura del Ministero dei beni e delle attività culturali, teso a diffondere  la promozione della lettura nella prima infanzia. 

“INformare” è l’associazione proponente con sede a Guglionesi, presidente Giuseppe Vaccaro, che costituita una rete nel territorio, ha presentato il proprio progetto in sinergia con diversi partner, tra questi la Rivista Kamastra.  Quest’ultima, attraverso il composito mosaico degli sportelli, operanti nei comuni di minoranza linguistica, si impegnerà nella realizzazione attraverso la formazione e l’apprendimento delle tecniche di lettura ad alta voce e in lingua minoritaria.

Il progetto di Informare, l’associazione di promozione sociale ETS, che gestisce la biblioteca comunale di Guglionesi, con il suo punteggio altissimo, si colloca ai vertici della classifica nazionale per i contenuti e le modalità operative.  Si cita, tra queste ultime, la “Bibliotechina H” creata nella struttura ospedaliera, già sperimentata, tesa ad allentare la tensione del ricovero dei bimbi.  Nella realizzazione dell’iniziativa “Leggere Lib(e)ri” referente Lussiana Difino, è coinvolta l’Asrem i pediatri e gli studi pediatrici, le librerie, le farmacie del territorio, le ludoteche e le associazioni con finalità medesime.

Importante è il ruolo delle istituzioni scolastiche e dell’amministrazione comunale di Guglionesi, operativa anche attraverso il proprio delegato alla cultura Michele D’Anselmo. Il comune, infatti, in accordo di rete con Informare e con Kamastra ed altre realtà del territorio, è stato premiato dal Mbac  con l’attribuzione del marchio “ Città’  che Legge” 2020, riconosciuto in Molise anche a  Campobasso, Isernia  e  Termoli.

Più informazioni su