Consumi eccessivi e allacci abusivi, nuove interruzioni idriche di notte. “Piu’ controlli contro i furbetti”

Il caso Guglionesi, dove negli ultimi giorni si sono impennati i consumi di acqua durante la notte e si rende necessario chiudere i rubinetti per non svuotare il serbatoio. I lavori alla pompa di sollevamento indicati dall’ufficio tecnico come “responsabili” non c’entrano nulla. Anzi, Molise Acque smentisce rotture e malfunzionamenti. E l’assessore Aristotile annuncia più controlli contro i furbetti dell’acqua

Non è un guasto alla pompa di sollevamento gestita da Molise Acque la causa delle chiusure notturne a Guglionesi, dove anche oggi – 13 luglio – i rubinetti domestici resteranno all’asciutto tra le 23 e le 4 del mattino. “Non c’è alcun guasto, anzi: Molise Acque ha fornito al Comune di Guglionesi una terza pompa di sollevamento per ottimizzare l’erogazione durante i mesi estivi” chiarisce a Primonumero.it l’ingegner Carlo Tatti.

L’errore, abbiamo appurato attraverso una serie di telefonate e richieste di chiarimento, è del responsabile comunale dell’Ufficio Tecnico Comunale, che ha fornito una comunicazione errata al sindaco e, di conseguenza, all’ufficio Comunicazioni che dopo alcune ore difatti ha rettificato la nota per la stampa precisando che “a causa di consumi eccessivi di acqua, in particolar modo nelle varie contrade del territorio comunale, presumibilmente per l’irrigazione degli orti”.

“Il problema è un altro, come ho avuto modo di ricostruire in giornata – dichiara Mario Bellotti – e riguarda i consumi eccessivi della popolazione che in questo periodo registrano una impennata anomala. Di conseguenza, per evitare di restare col serbatoio all’asciutto, è indispensabile chiudere durante la notte, almeno in questa fase”.

Sotto accusa gli sprechi, in alcuni casi dovuti a perdite della condotta comunale deteriorata, e soprattutto gli allacci abusivi e l’irrigazione fuori norma di giardini e orti, a cominciare dagli appezzamenti coltivati a pomodoro.

“La popolazione deve essere responsabilizzata e deve sapere esattamente da cosa dipende la chiusura durante le ore notturne” aggiunge il sindaco.

L’assessore Pino Arostitile conferma e precisa che saranno intensificati i controlli contro i furbetti dell’acqua, invitando alla collaborazione i residenti perché la gestione idrica è un affare che riguarda tutti e l’acqua un bene prezioso che non deve sprecato né utilizzato per fini impropri, tanto più in questo momento in cui la richiesta è maggiore e la diga del Liscione, che resta la principale fonte di approvvigionamento idrico in questo periodo, ha una capienza limitata (la foto è di domenica 12 luglio) per via di una stagione invernale senza nevicate e con piogge rare.

Diga secca luglio 2020

Sabato scorso una perdita consistente è stata segnalata in via Capitano Verri, nel centro urbano di Guglionesi, e riparata nella stessa giornata grazie alla buona volontà di un addetto di Molise Acque e di una ditta con escavatore chiamati direttamente dal sindaco avvertito dai cittadini.