Il Napoli di Gattuso in ritiro da fine agosto nella vicina Castel di Sangro

Il presidente De Laurentiis ha scelto la località abruzzese per i prossimi cinque anni e potrà usufruire oltre che del Patini di altri due campi di allenamento. La società partenopea percepirà dall'accordo una somma che si aggira sugli 800mila euro. Probabilmente anche il Campobasso effettuerà il ritiro in Abruzzo.

Più informazioni su

Castel di Sangro come quartier generale estivo dei prossimi sei anni. E’ quanto deciso dal presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, che ha stipulato un accordo con la Regione Abruzzo: la società partenopea ha deciso di utlizzare gli impianti sportivi di Roccaraso per i suoi ritiri precampionato a partire da questo agosto. Il Napoli giocherà probabilmente quattro amichevoli con il Castel di Sangro, Pescara, Teramo e una squadra straniera.

L’accordo, come detto, riguarda gli anni 2020, 2021, 2022, 2023, 2024 e 2025 e avrà sicuramente interessanti ricadute sul territorio e in particolare su tutto il comprensorio di Castel di Sangro, RoccarasoRivisondoli e Pescocostanzo.

Il ritiro degli azzurri dovrebbe partire il 28 agosto e terminare il 10 settembre. Il Napoli percepirà circa 800mila euro. Le strutture sembrano aver colpito il presidente: avrebbe a disposizione lo stadio Patini con i due campi di allenamento attigui in erba naturale. L’impianto ha anche l’illuminazione adatta alle riprese televisive per le amichevoli in notturna.

In un primo momento anche il Campobasso sembrava aver deciso di effettuare il ritiro a Rivisondoli, vicinissima a Castel di Sangro. Ma si andrà altrove, stando alle ultime notizie. In questi giorni saranno ufficializzate date e sede: si stanno prendendo in considerazioni alcuni centri dell’Abruzzo e delle regioni limitrofe ma non ancora sono stati presi accordi. L’intenzione comunque è quella di non allontanarsi troppo dal capoluogo e probabilmente si opterà proprio per un’altra destinazione abruzzese.

Foto Areanapoli

Più informazioni su