Fedeli in rivolta per don Mauro, il vescovo Bregantini a Pietracatella

La comunità è in rivolta da giorni, ha raccolto le firme e sta protestando a gran voce per raggiungere un unico obiettivo: evitare il trasferimento di don Mauro.

Il vescovo Giancarlo Bregantini ha deciso di ascoltare i fedeli e stasera è arrivato a Pietracatella per celebrare la messa.

“Speriamo che monsignor Bregantini possa sciogliere definitivamente i dubbi che da dieci giorni tengono in apprensione i fedeli di Pietracatella”, commentano in paese.

Secondo alcune indiscrezioni, le preghiere e le richieste della comunità verranno accolte. Ma l’ufficialità potrà essere data solo da Bregantini, con cui ora i fedeli provano a conciliarsi gettando acqua sul fuoco delle polemiche divampate in questi giorni: “In queste settimane la manifestazione ha raggiunto toni a volte eccessivi, conseguenza di una incapacità a gestire contemporaneamente le emozioni, in modo da dominare e controllare il linguaggio. Per questo il Comitato si scusa con il vescovo, ma tutto ciò era dettato dal fortissimo attaccamento nato in pochi mesi verso don Mauro, entrato subito nei cuori dei pietracatellesi.

La comunità infatti ricorda ancora l’accoglienza fatta a Don Mauro di mercoledì 11 dicembre 2019 a Pietracatella, nella chiesa madre, dove “si è svolta in un clima di festa, a fare da sfondo due parole, il “Grazie” al parroco emerito, per le tante opere realizzate e che resta in paese, e il “benvenuto” al giovane parroco che con zelo continuerà il suo lavoro”, come si legge dal sito della curia di Campobasso. Così don Mauro ha conquistato il cuore della gente che lo ha subito accolto”.