Falciato sulla Statale 16 da un suv, giovane muore sul colpo

Incidente mortale intorno alle 23 e 20 di domenica sulla Ss 16, dove un cittadino di nazionalità albanese è stato travolto da una Volkswagen Tiguan diretta verso Termoli. Non c'è stato nulla da fare: la morte è sopraggiunta sul colpo.

Un ragazzo è stato travolto e ucciso sulla Statale 16, in territorio di Campomarino, poco dopo le ore 23 e 20 di domenica 19 luglio.

Per motivi ancora sconosciuti e al vaglio delle forze dell’ordine, che proveranno a ricostruire la dinamica, stava attraversando a piedi una strada ad alta velocità, peraltro in un tratto al buio. “Non l’ho visto, è sbucato di colpo” ha riferito agli agenti della Stradale il conducente della Volkswagen Tiguan, che ha chiamato i soccorsi e non si sarebbe accorto di aver falciato il 28enne di origine albanese morto sul colpo come effetto dell’impatto, come hanno poi constatato i medici del 118 arrivati a prestare aiuto.

L’uomo alla guida del suv, danneggiato sensibilmente nella parte anteriore in conseguenza del forte impatto, è stato ascoltato dalle forze dell’ordine che valutano diversi elementi fra le possibili cause del sinistro: imprudenza da una parte, alta velocità dall’altra. Il conducente della Tiguan, un 54enne della zona del foggiano, potrebbe essere sottoposto a esami per rilevare la percentuale di alcol nel sangue, come da prassi.

La salma del 28enne è stata trasportata dal carro funebre in ospedale, all’obitorio del San Timoteo. E’ a disposizione dei magistrati mentre prosegue l’identificazione e la comunicazione alla famiglia.

Sul luogo dell’incidente oltre alla Polizia e all’ambulanza del 118 anche l’Anas con i suoi tecnici. L’Anas è responsabile della manutenzione della Statale 16 e di eventuali carenze dell’arteria sul piano della sicurezza. In questo caso specifico sotto accusa è la mancanza di illuminazione che potrebbe aver avuto un ruolo.